Traffico di minori dalla Libia a Venezia, fermato somalo

 

Fermato per favoreggiamento dell’immigrazione clandestina. Le sue iniziali sono M.I.A., ha 30 anni ed è di origine somala.

La polizia ferroviaria ha fermato l’uomo durante una normale attività di controllo alla stazione di Santa Lucia: gli agenti hanno scandagliato in particolare il treno diretto a Vienna, focalizzando l’attenzione su una coppia di africani, di cui uno minorenne. L’adulto della coppia, notando le forze dell’ordine in divisa, ha tentato di far scappare il minore facendolo salire sul treno e cercando anche di guadagnare l’uscita della stazione.

Gli agenti della Polfer però hanno tempestivamente fermato l’uomo per identificarlo e a verificare le condizioni di viaggio del minore: l’adolescente ha infatti cercato di depistare gli agenti spiegando di volersi recare a Padova e di aver sbagliato treno. La realtà si è rivelata diversa, dato che il ragazzo stava tentando di raggiungere Vienna dopo aver attraversato tutta l’Italia e avere incontrato l’uomo che gli aveva fornito il biglietto per l’Austria.

Accompagnato negli uffici della polizia ferroviaria, il minore ha raccontato il viaggio clandestino dalla Libia e ha descritto minuziosamente l’operato dei trafficanti di esseri umani che gli avevano promesso di giungere in Germania. Di cui il somalo arrestato faceva parte. L’ipotesi a cui si sta lavorando è che l’organizzazione abbia fornito all’adolescente sbarcato sulle coste siciliane il contatto dell’uomo somalo come tramite per raggiungere il confine: le indagini potrebbero quindi contribuire a far luce su una intera organizzazione di traffici di migranti tra l’Africa e l’Europa. Un caso analogo è accaduto solo pochi mesi fa alla stazione di Mestre.

.veneziatoday.it



   

 

 

Commenti chiusi

ImolaOggi.it
è on line dal 1997 senza sponsor, banner pubblicitari o click bait.
Da Giugno 2015, per conservare autonomia e indipendenza, c’è bisogno anche del tuo contributo.

IBAN: IT78H0760105138288212688215

Donazione con PostePay
5333 1710 1181 9972
codice fiscale MNCRND56A30F717K

oppure fai una donazione con PayPal

Consigliati

Avvertimento al mondo: la follia degli USA e della NATO

Barack Obama, Anders Fogh RasmussenHerbert E. Meyer, un pazzo che per un periodo aveva  occupato il ruolo di assistente speciale del direttore della CIA durante l’amministrazione Reagan, ha scritto un articolo invitando all’assassinio del presidente russo Vladimir Putin. Se dobbiamo “farlo uscire dal Cremlino con i piedi in avanti e un foro di proiettile nella nuca, non avremmo problemi”.

Siamo in balia di criminali pronti a “schiacciarci” letteralmente per i loro interessi

merkel-draghi... ‘tu puoi mettere i tuoi piedi sul collo dei greci, se è quello che volete”. Ma dovete mandare un messaggio di rassicurazione all’Europa e al mondo che lo farete insieme e non divisi mentre date questa lezione ai greci.  Li schiacceremo’ era l’atteggiamento di tutti loro

Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2016 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -