Attaccata la residenza Park Place di Kabul: spari, vittime e ostaggi

Uomini armati hanno preso d’assalto la guesthouse Park Place di Kabul, prima dell’inizio di un concerto, facendo alcune vittime e probabilmente prendendo ostaggi. La residenza è normalmente frequentata da stranieri.

kabul-albergo

Per ora nessun gruppo ha rivendicato l’attacco ma è arrivato in un momento in cui i talebani – che hanno già fatto azioni del genere in passato – sono nel vivo della loro offensiva di primavera. “C’era un concerto in programma nel Park Place stasera, con stranieri, prevalentemente ospiti indiani e turchi, invitati” ha spiegato un esponente dell’intelligence afgana.

Un dipendente del Park Palace, che si era barricato in una stanza, ha detto all’agenzia France Presse di aver sentito molte persone urlare nei corridoio, mentre venivano esplosi colpi d’arma da fuoco. “Sopra c’era un party con musica afgana dal vivo, con molti Vip che partecipavano, quando sono iniziati gli spari” ha raccontato per telefono. Il dipendente, che non ha voluto dire il suo nome, ha detto anche di essere riuscito a fuggire e di aver visto cinque corpi insanguinati vicino all’ingresso.

Le strade che portano alla guesthouse sono state bloccate da numerosi uomini e mezzi della sicurezza, che sono accorsi dopo l’attacco, secondo un fotografo Afp. Il capo della polizia di Kabul Abdul Rahman Rahimi, che si è recato sul luogo dell’attacco, ha detto che le forze di sicurezza stavano tentando di irrompere nella guesthouse ma riscontrando un pesante fuoco di risposta da parte degli assalitori.

I talebani hanno lanciato la loro offensiva di primavera in Afghanistan alla fine di aprile, incrementando gli attacchi contro obiettivi del governo e stranieri. Questo è il primo anno in cui le forze afgane devono affrontare l’offensiva di primavera senza uil pieno sostegno delle forze di combattimento straniere inquadrate nella coalizione a guida Usa. La missione Nato è formalmente terminata a dicembre, ma un piccolo contingente è rimasto nel paese per aiutare la sicurezza locale. (Fonte Afp)



   

 

 

Commenti chiusi

ImolaOggi.it
è on line dal 1997 senza sponsor, banner pubblicitari o click bait.
Da Giugno 2015, per conservare autonomia e indipendenza, c’è bisogno anche del tuo contributo.

IBAN: IT78H0760105138288212688215

Donazione con PostePay
5333 1710 1181 9972
codice fiscale MNCRND56A30F717K

oppure fai una donazione con PayPal

Consigliati

Avvertimento al mondo: la follia degli USA e della NATO

Barack Obama, Anders Fogh RasmussenHerbert E. Meyer, un pazzo che per un periodo aveva  occupato il ruolo di assistente speciale del direttore della CIA durante l’amministrazione Reagan, ha scritto un articolo invitando all’assassinio del presidente russo Vladimir Putin. Se dobbiamo “farlo uscire dal Cremlino con i piedi in avanti e un foro di proiettile nella nuca, non avremmo problemi”.

Siamo in balia di criminali pronti a “schiacciarci” letteralmente per i loro interessi

merkel-draghi... ‘tu puoi mettere i tuoi piedi sul collo dei greci, se è quello che volete”. Ma dovete mandare un messaggio di rassicurazione all’Europa e al mondo che lo farete insieme e non divisi mentre date questa lezione ai greci.  Li schiacceremo’ era l’atteggiamento di tutti loro

Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2016 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -