Ammiraglio De Giorgi: nel Mediterraneo si disegnano scenari di guerra

naviusa img1024-700_dettaglio2_siria

 

Nel Mediterraneo si stanno disegnando scenari di guerra. A dirlo è stato l’ammiraglio Giuseppe De Giorgi, capo di stato maggiore della Marina militare italiana, nella sua audizione presso il comitato Schengen sui flussi migratori. La previsione, riportata dal sito publicpolicy.it, è tremenda: “Stanno tornando forme convenzionali di guerra marittima, come si vede dagli investimenti fatti dalle Nazioni in giro per il mondo.

Ad esempio nel Mediterraneo abbiamo navi indiane e cinesi e la Russia ha ripreso a posizionare i propri sommergibili nel Mediterraneo e nel Mar del Nord. Questo impone la ripresa dell’addestramento”, ha spiegato De Giorgi auspicando l’unione delle forze, militari ed economiche, di tutti i paesi membri dell’Unione europea.

Di fronte alla minaccia dell’integralismo islamico dell’Isis che da mesi sta tentando di conquistare terreno in Libia e nel Nord Africa (intanto l’Ue, per bocca della Mogherini, ha escluso l’ipotesi di intervento militare via terra), unita alla pressione dei migranti che a centinaia arrivano in Sicilia ogni settimana

“Sono ottimista per la costituzione di un gruppo navale europeo e mi auguro sia a guida italiana”, si sbilancia l’ammiraglio De Giorgi, secondo cui però le operazioni di soccorso dei barconi oggi avvengono in un “clima quasi bellico” o comunque di “uso della forza imminente e immanente”. LIBERO



   

 

 

1 Commento per “Ammiraglio De Giorgi: nel Mediterraneo si disegnano scenari di guerra”

  1. La vera minaccia deriva dal fatto di essere all’interno di una organizzazione come la nato che decapita la direzione politica degli strumenti militari per affidarla a interessi americani.

Commenti chiusi

Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2016 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -