Tragedia della disperazione, 43enne disoccupato si impicca

 

Tragedia a Vietri sul mare in Costiera amalfitana giovane di Albori si impicca . Dopo tante ricerche e tante porte “sbattute” in faccia, sembra non ce l’abbia fatta più. Sarebbe l’assenza di un lavoro stabile la causa del suicidio di A.d.S., 43 anni. Il vietrese si è ucciso nella sua casa di Vietri sul mare.

Prima di morire, come riporta il quotidiano La Città , ha scritto una lettera ai genitori. Da qualche tempo era alla ricerca di un lavoro e, non trovandolo, si sentiva una persona «sconfitta» e senza stimoli. Al dramma della disoccupazione si sarebbe aggiunta una delusione amorosa. Da qui la decisioni di non andare avanti. A ritrovare il corpo del ragazzo sono stati i genitori. Aprendo la porta della sua camera, lo hanno trovato privo di vita. Sul posto sono arrivati i carabinieri di Vietri sul mare al comando del maresciallo Gerardo Ferrentino e l’ambulanza del 118 con personale medico e paramedico che non hanno potuto far altro che accertare la morte del giovane.



   

 

 

1 Commento per “Tragedia della disperazione, 43enne disoccupato si impicca”

  1. Per prima cosa va le mie condoglianze ai genitori di questo giovane, detto questo il Governo Italiano sa di questi casi che sono all’ordine del giorno? il Vaticano e i politici Italiani predicano bene e razzolano male, ancora di queste persone ONESTE E CON UNA VERA DIGNITÀ nessuno dice niente come se fossero fantasmi, per fortuna che l’unico giornale in Italia non foraggiato dai politici ci raccontano puntualmente quello che succede cioè LA VERITÀ. VERGOGNATEVI.

Commenti chiusi

ImolaOggi.it
è on line dal 1997 senza sponsor, banner pubblicitari o click bait.
Da Giugno 2015, per conservare autonomia e indipendenza, c’è bisogno anche del tuo contributo.

IBAN: IT78H0760105138288212688215

Donazione con PostePay
5333 1710 1181 9972
codice fiscale MNCRND56A30F717K

oppure fai una donazione con PayPal

Consigliati

Avvertimento al mondo: la follia degli USA e della NATO

Barack Obama, Anders Fogh RasmussenHerbert E. Meyer, un pazzo che per un periodo aveva  occupato il ruolo di assistente speciale del direttore della CIA durante l’amministrazione Reagan, ha scritto un articolo invitando all’assassinio del presidente russo Vladimir Putin. Se dobbiamo “farlo uscire dal Cremlino con i piedi in avanti e un foro di proiettile nella nuca, non avremmo problemi”.

Siamo in balia di criminali pronti a “schiacciarci” letteralmente per i loro interessi

merkel-draghi... ‘tu puoi mettere i tuoi piedi sul collo dei greci, se è quello che volete”. Ma dovete mandare un messaggio di rassicurazione all’Europa e al mondo che lo farete insieme e non divisi mentre date questa lezione ai greci.  Li schiacceremo’ era l’atteggiamento di tutti loro

Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2016 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -