Eterofobia: aggredito da un gay perché indossava una maglietta della famiglia

“Aggredito da un gay perchè indossava una maglietta con il simbolo della famiglia”

 

manif

 

Aggredito per via della sua t-shirt, raffigurante una famiglia che si tiene per mano. A denunciare l’episodio è stata l’associazione ‘La Manif Pour Tous’ (La manifestazione per tutti), francese, nata con lo scopo di “garantire la libertà di espressione, preservare l’unicità del matrimonio tra uomo e donna e il diritto dei bambini ad avere una mamma e un papà”. L’organizzazione in passato è stata autrice anche diverse manifestazioni a favore della famiglia e a favore della conservazione del sesso biologico.

Vittima dell’episodio, avvenuto il primo maggio scorso, sarebbe stato un ragazzo romano che indossava una maglietta con il logo dell’associazione. Durante il picnic, tre persone – stando al comunicato dell’associazione due uomini e una donna – l’hanno aggredito e insultato, gridandogli contro: “Questa maglietta te la devi togliere. Sei un fascista, sei un antiabortista e un cattolico integralista”. Quando il ragazzo si è rifiutato, i tre gli hanno squarciato con violenza la t-shirt, in presenza di testimoni.

A sentire la vittima – sempe secondo quanto riferito dall’associazione – uno dei tre avrebbe detto di essere gay e anarchico, e di voler picchiare quanti indossano magliette con quel simbolo.

L’associazione si è dichiarata scossa per l’aggressione. Jacopo Coghe, presidente, ha commentato: “Difendere la famiglia oggi, significa rischiare violenti attacchi personali. Quanto accaduto a Roma è un fatto gravissimo, che testimonia la volontà di intimidire chi sostiene un’associazione pro-family come la nostra, che tra l’altro è apartitica e laica. Siamo nati per promuovere la libertà di opinione – ha concluso – e per questo minacce e prepotenze non riusciranno a chiuderci la bocca”.

www.romatoday.it



   

 

 

Commenti chiusi

ImolaOggi.it
è on line dal 1997 senza sponsor, banner pubblicitari o click bait.
Da Giugno 2015, per conservare autonomia e indipendenza, c’è bisogno anche del tuo contributo.

IBAN: IT78H0760105138288212688215

oppure fai una donazione con PayPal

Consigliati

Avvertimento al mondo: la follia degli USA e della NATO

Barack Obama, Anders Fogh RasmussenHerbert E. Meyer, un pazzo che per un periodo aveva  occupato il ruolo di assistente speciale del direttore della CIA durante l’amministrazione Reagan, ha scritto un articolo invitando all’assassinio del presidente russo Vladimir Putin. Se dobbiamo “farlo uscire dal Cremlino con i piedi in avanti e un foro di proiettile nella nuca, non avremmo problemi”.

Siamo in balia di criminali pronti a “schiacciarci” letteralmente per i loro interessi

merkel-draghi... ‘tu puoi mettere i tuoi piedi sul collo dei greci, se è quello che volete”. Ma dovete mandare un messaggio di rassicurazione all’Europa e al mondo che lo farete insieme e non divisi mentre date questa lezione ai greci.  Li schiacceremo’ era l’atteggiamento di tutti loro

Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2016 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -