Protesta dei presunti profughi “vogliamo i soldi e non vogliamo andare a piedi”

profughi-bolzano

 

La sistemazione all’Hotel Alpi di Bolzano non piace a tutti i migranti. Alcuni di loro si lamentano per il “trattamento inadeguato” e perché lo stato italiano avrebbe promesso loro dei soldi (?), ma è un mese che non ne ricevono.

I presunti profughi ignorano che in Italia ci sono cassintegrati con 4 figli che non vengono pagati da mesi. Uno di loro si è ucciso a marzo.

Inoltre la protesta è motivata dal fatto che bisogna percorrere a piedi la distanza che c’è tra l’hotel  e il luogo dove vengono serviti i pasti, ovviamente gratis.

 

VIDEO > PROFUGHI: la sistemazione all’Hotel Alpi di Bolzano non piace ai migranti e si lamentano anche di dover camminare troppo per i pasti gratis.Voi che ne pensate?(video a cura di Video 33: la prima TV locale della Provincia di Bolzano)

 

 

Inizialmente avevamo incorporato nell’articolo il filmato di Video 33: la  TV locale della Provincia di Bolzano. Poco dopo ci siamo accorti che non era piu’ disponibile e siamo andati a controllare sulla pagina facebook della TV dove, con sconcerto e stupore, abbiamo letto questo comunicato

Video33 si è vista costretta a eliminare dal proprio profilo il servizio relativo alle protesta di alcuni migranti ospitati a Bolzano per evitare che si ripetessero commenti caratterizzati da intolleranza e razzismo, non essendo peraltro più in grado di controllarli ed eventualmente cancellarli visto il loro elevatissimo numero. Rimaniamo convinti di aver fatto correttamente il nostro lavoro di giornalisti riportando fedelmente la protesta di alcuni profughi senza voler esprimere alcun giudizio rispetto alla loro legittimità . La redazione rinnova la massima stima all’associazione Volontarius che si occupa di gestire le strutture di accoglienza sul territorio e invita i telespettatori ad evitare facili quanto pericolose generazioni sul delicato tema dei migranti.



   

 

 

Commenti chiusi

ImolaOggi.it
è on line dal 1997 senza sponsor, banner pubblicitari o click bait.
Da Giugno 2015, per conservare autonomia e indipendenza, c’è bisogno anche del tuo contributo.

IBAN: IT78H0760105138288212688215

Donazione con PostePay
5333 1710 1181 9972
codice fiscale MNCRND56A30F717K

oppure fai una donazione con PayPal

Consigliati

Avvertimento al mondo: la follia degli USA e della NATO

Barack Obama, Anders Fogh RasmussenHerbert E. Meyer, un pazzo che per un periodo aveva  occupato il ruolo di assistente speciale del direttore della CIA durante l’amministrazione Reagan, ha scritto un articolo invitando all’assassinio del presidente russo Vladimir Putin. Se dobbiamo “farlo uscire dal Cremlino con i piedi in avanti e un foro di proiettile nella nuca, non avremmo problemi”.

Siamo in balia di criminali pronti a “schiacciarci” letteralmente per i loro interessi

merkel-draghi... ‘tu puoi mettere i tuoi piedi sul collo dei greci, se è quello che volete”. Ma dovete mandare un messaggio di rassicurazione all’Europa e al mondo che lo farete insieme e non divisi mentre date questa lezione ai greci.  Li schiacceremo’ era l’atteggiamento di tutti loro

Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2016 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -