Isis nei tribunali europei. Francia: giudice fa rimuovere statua di Giovanni Paolo II

A statue of the late Pope John Paul II stands in Ploermel

 

Si infiamma la polemica a Ploermel, cittadina del dipartimento di Morbih. Il tribunale di Rennes ha deciso che la statua di Giovanni Paolo II, eretta in una piazza della città bretone, dovrà essere rimossa entro sei mesi.

Il motivo? A detta dei giudici contrasterebbe con la legge che prevede la separazione tra Stato e Chiesa.

A chiedere la rimozione del monumento era stata la Federazione Nazionale Libero Pensiero. “La statua di papa Giovanni Paolo II eretta in una piazza pubblica della città di Ploermel nel 2006 è circondata da un arco con sopra una croce, simbolo della religione cristiana che, per la sua disposizione e le sue dimensioni, ha un carattere ostentato”, ha spiegato il giudice rimarcando che la statua del Santo Padre viola le disposizioni della Costituzione e della legge 1905.

“È una nuova vittoria”, ha commentato l’associazione atea e laicista militante che, alla fine dello scorso anno, aveva ottenuto, in nome della “difesa incondizionata” della legge del 1905, il ritiro delle scene della Natività cristiana dai luoghi pubblici. il giornale



   

 

 

1 Commento per “Isis nei tribunali europei. Francia: giudice fa rimuovere statua di Giovanni Paolo II”

  1. Claudio Franza

    Si indebolisce la cultura cattolica nel mentre cresce e si rafforza quella islamica. Un simile atteggiamento avverso alla cultura islamica ovviamente non avranno mai il coraggio di mostrarlo.. Forti con i deboli e deboli con i forti. Che delusione !

Commenti chiusi

ImolaOggi.it
è on line dal 1997 senza sponsor, banner pubblicitari o click bait.
Da Giugno 2015, per conservare autonomia e indipendenza, c’è bisogno anche del tuo contributo.

IBAN: IT78H0760105138288212688215

Donazione con PostePay
5333 1710 1181 9972
codice fiscale MNCRND56A30F717K

oppure fai una donazione con PayPal

Consigliati

Avvertimento al mondo: la follia degli USA e della NATO

Barack Obama, Anders Fogh RasmussenHerbert E. Meyer, un pazzo che per un periodo aveva  occupato il ruolo di assistente speciale del direttore della CIA durante l’amministrazione Reagan, ha scritto un articolo invitando all’assassinio del presidente russo Vladimir Putin. Se dobbiamo “farlo uscire dal Cremlino con i piedi in avanti e un foro di proiettile nella nuca, non avremmo problemi”.

Siamo in balia di criminali pronti a “schiacciarci” letteralmente per i loro interessi

merkel-draghi... ‘tu puoi mettere i tuoi piedi sul collo dei greci, se è quello che volete”. Ma dovete mandare un messaggio di rassicurazione all’Europa e al mondo che lo farete insieme e non divisi mentre date questa lezione ai greci.  Li schiacceremo’ era l’atteggiamento di tutti loro

Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2016 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -