Scuola in piazza? No, teppisti e delinquenti che si spacciano per studenti

polizia1

 

I soliti teppisti e delinquenti, che devastano le città e molestano la popolazione, si sono esibiti a Milano.  I manifestanti con mazze e passamontagna (che disprezzano le forze dell’ordine), degni elettori di Renzi, Boldrini, Kyenge e compagnia,  sono arrivati davanti al palazzo della Regione Lombardia ma sono stati bloccati dalle forze dell’ordine. Si sono quindi registrati dei tafferugli e polizia e carabinieri hanno lanciato alcuni lacrimogeni per disperdere gli studenti. La situazione sembra ora tornata alla calma ma la zona resta presidiata da un ingente schieramento di polizia.

polizia3

A dare il via agli scontri, il lancio di oggetti e bottiglie con vernice rossa, all’indirizzo degli agenti e dei mezzi di polizia a presidio della Regione. Non c’e’ stato pero’ alcun ‘contatto fisico’ diretto tra poliziotti e studenti. Il corteo era stato indetto dalle organizzazioni studentesche per protestare contro il ddl Scuola, ma veri studenti se ne sono visti pochi. La solita teppaglia a pancia piena, che evidentemente non hai mai aperto manco un libro delle elementari, ha avuto il sopravvento.

polizia2

Condividi