Trieste: in 45 asili il “gioco del rispetto” (toccamenti vari e travestimenti)

Giorgi (FI): «Gioco del rispetto, lasciate crescere in pace i bambini

gender

 

«Trovo allucinante il “gioco del rispetto – pari e dispari” proposto da 45 scuole dell’infanzia a Trieste, a cui ha aderito pure il Comune di TS, proposto e mascherato come “sensibilizzazione contro la violenza sulle donne”… (come se a 4 anni un bimbo potesse covare tali nefandezze)». È quanto afferma in una nota Lorenzo Giorgi, consigliere comunale di PDL/Forza Italia.

«Sono SI’ dell’idea che ci sia necessità di inserire un serio progetto di educazione sessuale già a partire dalla scuola media, ma qui ci rendiamo conto che stiamo parlando di bimbi di 3-5 anni? Sono assolutamente liberale e tutelo e difendo la libertà di ognuno di vivere come crede nel rispetto della legge che ci regolamenta».

«Ma non tollero questo folle tentativo di intromettersi nel normale percorso di crescita di un bambino (il progetto prevede tra le varie cose anche: Toccarsi reciprocamente dopo aver fatto ginnastica per sentire ciò che i loro coetanei provano dopo la fatica, per poi acquisire maggiori competenze sensoriali ed emozionali, esplorando a vicenda i propri corpi per capire le differenze tra i bambini e le bambine».

Esperimenti “hot” all’asilo: toccamenti e scambi d’abito per i bambini

«E pure il gioco del “Se fossi”, in cui si potranno indossare diversi costumi anche non del proprio genere, potendo esprimere le proprio sensazioni, la propria personalità e la propria fantasia, avendo la possibilità poi di rimanere vestiti così nei giochi successivi)
NON CI STO !!!! LASCIATE CRESCERE IN PACE ALMENO I BAMBINI!»

METTERE IN DISCUSSIONE IL GENERE?? (DA QUI)

gender

 

gay-scuola2

triesteprima.it

«Ovviamente – si legge ancora – i bambini possono riconoscere che ci sono differenze fisiche che li caratterizzano, in particolare nell’area genitale». Le ideatrici del progetto rilevano quanto sia «importante confermare loro che maschi e femmine sono diversi in questo aspetto e nominare senza timore i genitali maschili e femminili» (All’asilo??? E quale sarebbe la necessità???)

Dopo il clamore suscitato da questo squallido gioco e le reazioni negative dei genitori, la vicesindaca ha corretto il tiro con questa precisazione  retecivica.trieste.it. Ma la peza è peggio del buco e gli opuscoli, purtroppo,  parlano piu’ e meglio delle sue chiacchiere… E comunque ossessionare i piccoli tra i 3 e i 5 anni con questioni di gender-trasformer, travestimenti (maschi da femmine e viceversa) e toccamenti vari non è una scelta condivisibile, sia che si tratti di genitali o altro. E soprattutto non è materia scolastica.

Il caso ora approda in Parlamento

gay-scuola



   

 

 

5 Commenti per “Trieste: in 45 asili il “gioco del rispetto” (toccamenti vari e travestimenti)”

  1. Buona sera, vi ho appena incontrato e già mi lasciate basita! Dalla Francia scopro le dichiarazioni di Con Bendith( scusate l’ ortografia, ma con ci sta proprio bene ed è gentile) sulle sue idee applicate in fatto di educazione sessuale dell’ infanzia , già mi consolavo pensando a chi sta peggio e invece………Mio figlio ha sempre avuto il suo baule dei travestimenti, ben fornito di elmi, spade, mantelli di ogni genere. I miei allievi pure e le mie allieve erano ricche di collane ,corone scarpette ,di tutto e di più .Lasciati liberi non li ho mai visti fare confusione. Cordiali saluti.
    Y

  2. Ma come si permettono di fare questo, i genitori dove stanno.??? Cosa aspettano ad assaltare il comune???

  3. A momenti insegneranno i giochini anche ai feti ancora nelle pance delle mamme…che idiozie!

  4. Piera Prister

    E questo sarebbe il gioco del rispetto?! Sono dei criminali che addestrano i bambini ad essere vittime della pedofilia e preparano la societa’ a non criminalizzare i pedofili. E’ un gioco questo del non rispetto, propedeutico alla pedofilia e all’accettazione sociale della pedofilia. Sono dei pervertiti criminali in una societa’ allo sbando senza valori! Eppoi, sarebbe utile sapere se questi asili dipendono dal Ministero della Pubblica Istruzione, dal Comune o se sono privati.

Commenti chiusi

ImolaOggi.it
è on line dal 1997 senza sponsor, banner pubblicitari o click bait.
Da Giugno 2015, per conservare autonomia e indipendenza, c’è bisogno anche del tuo contributo.

IBAN: IT78H0760105138288212688215

Donazione con PostePay
5333 1710 1181 9972
codice fiscale MNCRND56A30F717K

oppure fai una donazione con PayPal

Consigliati

Avvertimento al mondo: la follia degli USA e della NATO

Barack Obama, Anders Fogh RasmussenHerbert E. Meyer, un pazzo che per un periodo aveva  occupato il ruolo di assistente speciale del direttore della CIA durante l’amministrazione Reagan, ha scritto un articolo invitando all’assassinio del presidente russo Vladimir Putin. Se dobbiamo “farlo uscire dal Cremlino con i piedi in avanti e un foro di proiettile nella nuca, non avremmo problemi”.

Siamo in balia di criminali pronti a “schiacciarci” letteralmente per i loro interessi

merkel-draghi... ‘tu puoi mettere i tuoi piedi sul collo dei greci, se è quello che volete”. Ma dovete mandare un messaggio di rassicurazione all’Europa e al mondo che lo farete insieme e non divisi mentre date questa lezione ai greci.  Li schiacceremo’ era l’atteggiamento di tutti loro

Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2016 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -