Siria, cristiani abbandonati da tutti nelle mani dell’Isis

 

"i bombardieri americani hanno sorvolato più volte l'area, ma non sono intervenuti"

“i bombardieri americani hanno sorvolato più volte l’area, ma non sono intervenuti”

 

I cristiani rapiti in Siria sono stati “abbandonati” nelle mani dai terroristi: è pesante l’accusa di Jacques Behnan Hindo, arcivescovo siro-cattolico di Hassaké-Nisibi. “Voglio dire chiaramente – riferisce l’arcivescovo a Fides – che abbiamo la sensazione di essere stati abbandonati nelle mani di quelli del Daesh (Isis, ndr).

Ieri i bombardieri americani hanno sorvolato più volte l’area, ma non sono intervenuti.

“ISIS è l’esercito segreto degli Stati Uniti”

Abbiamo cento famiglie assire che hanno trovato rifugio ad Hassakè, ma non hanno ricevuto nessun aiuto dalla Mezzaluna Rossa e dagli organismi governativi siriani di assistenza, forse perché sono cristiani. Anche l’organismo per i rifugiati dell’Onu è latitante“. Monsignor Hindo conferna che sono stati presi in ostaggio dai jihadisti molti cristiani, mentre le chiese di alcuni villaggi sono state bruciate.

I terroristi – riferisce l’arcivescovo – hanno attaccato per primo il villaggio di Tel Tamar, poi hanno preso Tel Shamiran e tutti gli altri villaggi più piccoli, fino a Tel Hermuz, dove hanno dato fuoco a tutto. Sia a Tel Hormuz che a Tel Shamiran hanno preso decine di ostaggi, con l’intenzione forse di usarli per richiedere riscatti o per uno scambio di prigionieri”. (ANSAmed).



   

 

 

1 Commento per “Siria, cristiani abbandonati da tutti nelle mani dell’Isis”

  1. Non preoccupatevi, adesso arriva il cardinale Scola a salvarvi!

Commenti chiusi

Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2017 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -