Estorsione ad un coetaneo, 16enne senegalese finisce in carcere

carabinieri

 

I carabinieri della stazione di Faenza hanno arrestato e condotto nel carcere minorile di Bologna un 16enne di origine senegalese che si trovava collocato presso una comunità nel ravennate, dove stava scontando una pena ad un anno e sette mesi di reclusione per rapina ed estorsione, reati commessi a Parma nel mese di maggio 2014 nei confronti di un coetaneo a cui all’epoca aveva prima sottratto il portafogli sotto la minaccia di un coltello, perseguitandolo nei mesi successivi con pesanti minacce sul suo profilo facebook e spaventandolo al punto da riuscire ad estorcergli più di trecento euro ed arrivando addirittura a chiederne mille per lasciarlo in pace.

La brutta vicenda si era conclusa il giorno in cui il giovane, esasperato ed intimorito dalle pressanti minacce del senegalese con il quale aveva anche avuto altri “faccia a faccia”, si era rivolto alle forze dell’ordine che erano riuscite ad intervenire in flagranza durante l’ennesimo appuntamento di natura estorsiva. I carabinieri di Faenza hanno ricevuto dalla corte d’appello di Bologna sezione per i minorenni, un provvedimento di aggravamento della misura cautelare a seguito di reiterati comportamenti inadeguati e non rispettosi delle regole interne della comunità educativa di cui il giovane senegalese si è reso responsabilità negli ultimi tempi, al punto che la sua presenza stava diventando destabilizzante per tutti gli altri ospiti. Alla scadenza del mese di reclusione l’autorità giudiziaria deciderà se il 16enne potrà tornare di nuovo in comunità per espiare la pena restante.

Potrebbe interessarti: http://www.ravennatoday.it



   

 

 

1 Commento per “Estorsione ad un coetaneo, 16enne senegalese finisce in carcere”

  1. no, deve ritornare subito in Senegal a pedate nel culo.-

Commenti chiusi

Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2017 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -