Obama vuole armare Kiev, i filo-russi mobilitano 100mila uomini

U.S. General Martin Dempsey, Chuck Hagel and John Kerry testify at a U.S. House Foreign Affairs Committee hearing on Syria on Capitol Hill in Washington

 

L’amministrazione di Barack Obama sta valutando nuovamente se fornire all’esercito di Kiev armi ed equipaggiamenti difensivi: lo scrive il New York Times citando fonti americane, secondo cui il segretario di Stato, John Kerry e il capo di Stato maggiore congiunto, Martin Dempsey stanno valutando l’idea; e il comandante delle forze Nato in Europa, generale Philip Breedlove, non esclude la possibilita’.

Secondo il quotidiano, otto ex alti funzionari americani pubblicheranno proprio oggi un rapporto che chiede a Washington di inviare a Kiev attrezzature militari per 3 miliardi di dollari, tra cui missili anti-carro e droni di sorveglianza. Il consigliere per la sicurezza nazionale, Susan Rice, finora molto riluttante, sarebbe anche pronta a riconsiderare la sua posizione.

La recente intervista della Cnn al presidente Usa, Barack Obama, dimostra che Kiev ha intenzione di risolvere il conflitto nell’Est “con la forza” e che gli Stati Uniti sono pronti a “sostenere, senza alcuna riserva, le azioni delle autorita’ ucraine”. Lo ha denunciato il ministro degli Esteri russo, Serghei Lavrov, parlando con la stampa dopo un incontro a Pechino con gli omologhi cinese e indiano.

Il capo della diplomazia di Mosca ha poi ribadito l’invito al dialogo, rivolto a chi in Europa, a suo dire, desidera ancora la pace per il popolo ucraino. Intanto Angela Merkel torna a chiedere l’immediato cessate il fuoco nelle regioni orientali e separatiste ucraine, dopo l’ennesimo fallimento dei negoziati a Minsk. Non solo. Il cancelliere e avverte che la Germania non sosterra’ Kiev inviando armi all’esercito regolare perche’ il conflitto non puo’ essere risolto militarmente. Cosi’ il Merkel da Budapest. (AGI) .



   

 

 

1 Commento per “Obama vuole armare Kiev, i filo-russi mobilitano 100mila uomini”

  1. vanda.bortolan

    Ci mancava il Nobel per la pace a Obama per scatenare il desiderio di GOVERNARE <IL MONDO. Dove mandano le loro truppe le guerre sono assicurate e…: fallimentari. Hanno pagato centinaia di milioni di dollari per pagare i fascisti sobillatori dell'Ucraina e adesso accusano la Russia. Per il potere gli U.S.A. hanno invaso iL SUDAMERICA, fatto ammazzare capi di stato che non :si sono piegati al loro potere.. adesso hanno deciso che l'europa ridiventi continente da occupare L'Ucraina spera di essere felice con il foraggiamento della Comunità Europea che si interessa di tutto all'infuori di quello che serve a noi POPOLI piegati al volere dei COMMISSARI lautamente foraggiati dalle LOBBY. Cari signori avete tirato troppo la corda con quel che ne consegue… si spezza

Commenti chiusi

Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2017 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -