Raccoglie rami in un parco per scaldarsi, anziano denunciato da consigliere M5S

legna

 

MIRA. Un anziano va a raccattare legna sparsa a terra nel parco pubblico di Villa dei Leoni a Mira Taglio, per bruciarla e scaldarsi, ma viene denunciato per furto, su segnalazione del consigliere comunale di maggioranza Riccardo Barberini (Movimento 5 Stelle).

A raccontare la storia che ha dell’incredibile alla nuovavenezia è direttamente Alberto Mandro un anziano di 79 anni incensurato, che risiede a Mira in via Risorgimento. «Lunedì», spiega Mandro, «sono andato al parco perché avevo notato nei giorni precedenti un sacco di grosse ramaglie cadute sui sentieri. Ho visto che quei grossi rami abbandonati  ho pensato di usarli come legna da ardere e anche per il mio giardino visto che ne avevo necessità. Stavo segando un vecchio ramo per mettere la legna in macchina quando mi si è avvicinato, qualificandosi imperiosamente come consigliere comunale, un ragazzo, Riccardo Barberini, che mi ha accusato di rubare il patrimonio pubblico del Comune».

L’anziano ha cercato in vari modi di spiegare che si trattava di qualche ramo secco abbandonato a terra e nulla di più, ma a nulla sono valse le giustificazioni. Lo zelante consigliere comunale ha chiamato i vigili urbani che hanno dovuto agire d’ufficio.



   

 

 

25 Commenti per “Raccoglie rami in un parco per scaldarsi, anziano denunciato da consigliere M5S”

  1. Ah beh, proprietà dello stato…questa é bella, ma andassero a zappare la terra e lasciassero in pace la brava gente, esasperata dalla cattiva condotto di tutta la classe politica!!! Il bue che dice cornuto all’asino!!!

    • Lo stato non esiste. Esistono i parassiti che mangiano sulle nostre spalle in nome dello stato. La proprietà è dei cittadini che possono esistere (e meglio) senza stato. Uno stato senza cittadini semplicemente NON ESISTE!!!

  2. I soliti politici di merda!!!….

  3. Quando si incontra un vecchio e non capisci perchè sta agendo in modo per te strano, chiedigli perchè lo sta facendo sono sicuro che la sua risposta ti farà ritrovare dove tu ti sei perso.

    Se voleva diventare ricco rubando, non avrebbe iniziato certo da anziano!

  4. Se la Russia chiudera’ il gas all’Europa faremo tutti cosi’.

  5. il M5S è un’accozaglia composta da gente che arriva da tutte le parti.. molti sono giustizialisti accaniti, ipso facto minus habentes (i magistrati.. sono +/- come tutti gli altri, bravi, onesti, cialtroni, disonesti ecc..) questo deficiente di cui si parla ha dimostrato tutta la sua MISERIA MORALE.. puah!

  6. aNCHE NEL MOVIMENTO ESISTONO I COGLIONI… Io sono per le brave persone che con umiltà e senso logico portano avanti le battaglie giuste.

  7. Luca Nicoletti

    Io voto Movimento5S: credo che il consigliere abbia avuto un eccesso di zelo. Non è stato in grado di valutare la realtà. Basterebbe chiedere scusa al vecchietto.

    • Eccesso di zelo? Se la smettessero di ergersi a paladini della giustizia, unici detentori della verità assoluta e UNICI ONESTI, queste cose non succederebbero. Le scuse dovrebbero essere pubbliche, niente ripagherà l’umiliazione del povero Signore, è una vergogna che ci sia gentaglia che strumentalizza l’onestà in cambio di una manciata di voti da alcuni disperati. Vergogna loro e chi li vota !!!!

  8. Felician Buhus

    Non è questo lo spirito della diffesa del bene pubblico… Il grande consigliere si dovrebbe dimettere e chiedere scusa ublicamente per la sua bravata

  9. vanda.bortolan

    Abito a Mira e so quanta “CURA” viene gestito il verde pubblico. I penta stelluti pensano ai GIUSTIZIERI DELLA NOTTE ma son dei co..ni che sono bravi se non fanno niente… incompetenti e incapaci hanno dato alla popolazione quello che si meritava IL NULLA…. Convinti di essere più lealisti del RE se la son presa con un’anziano. Con tutto quello che in furti è stato rubato a Mira senza che le forze dell’ordine riuscissero a far nulla :cosa hanno delibrato????? NIENTE

  10. però mandare dipendenti pubblici comunali o forestali a pulire i sentieri pagati per farlo e per portare magari il verde nell’isola ecologica e pagare per smaltirlo, quello va bene

  11. Se il regolamento del Comune vieta ai privati di fare le pulizie, nei parchi, dovrebbero segnalarlo; se invece rompono i rami degli alberi per recuperare la legna per scaldarsi, è un’altra cosa.

  12. che coglione….

  13. Ma che pezzo di m…..questo consigliere comunale.Senza un briciolo di umanita e sensibilita’.Se il diavolo avesse sembianze umane sicuramente assomiglierebbe a questo pezzo di m….. del M5S

  14. Cromwell, Complimenti per la lucidità e umanità della tua riflessione. Notevole.

  15. Io ritirerei la denuncia mi scuserei con l’anziano e lo ringrazierei perché se tutti fossero come lui il mondo sarebbe più semplice. Come una volta

  16. ma il consigliere non sa che esistono gli usi civici? se è residente nel comune può raccogliere tutta la legna che vuole

  17. io credo quando ci vanno le cooperative, pagate dalla gente, quello va bene, perchè tanto paga pantalone, vero, una volta c’erano le persone che raccoglievano i rami secchi nei boschi, e c’era più pulito. Comunque qualunque di colore sia, il consigliere, siamo alle solite i politici fanno la voce grossa con la povera gente, ma si cacano sotto quando i grandi poteri che in Italia ci sono, (purtroppo), li chiamano in causa

  18. Ormai. noi ” servi della gleba,” non abbiamo più alcun diritto, neppure quello di riscaldarsi se il termometro si avvicina allo zero…un semplice “consigliere” (non importa cosa o chi debba consigliare) non avendo altro da fare, se la prende con un anziano indifeso, ITALIANO, che non ha avuto la “fortuna” di essere un immigrato oppure un residente in un campo rom…

  19. o alla fine le cazzate le fanno tutti come quelli che adesso parrlano ma sono loro che hanno portato quel pover uomo a raccogliere legna per scaldarsi.
    Spero solo che il consigliere ripensi sul fatto cosi` non vi da` modo di attaccare ms5 che tutti non aspettavano altro.

  20. se potesse servire per ovviare al cialtrone a 5 stelle: …..”Diritto privato: cogliere legna su fondo altrui—in particolari condizioni,il consenso si ritiene tacitamente ottenuto:il proprietario di un bosco o terreno non recintatosi presume conseziente , salvo nel caso in cui avesse apposto cartelli di divieto ben visibili”

Commenti chiusi

Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2017 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -