La stampa teutonica sgama il parolaio di Firenze: tanti annunci e niente di fatto

renzi

 

La stampa teutonica sgama il parolaio di Firenze che ha annunciato tanto e concluso poco. Nel mirino del quotidiano Die Welt il licenziamento di Carlo Cottarelli passato in sordina e l’annunciata spending review, il ‘giglio magico’ di Lotti&Boschi (è lecito dubitare delle competenze degli Ebetini) e la nomina della Manzione: era il capo della Polizia Municipale di Firenze, mentre oggi è addirittura responsabile legislativo di Palazzo Chigi.

Che c’azzecca la vigilessa col legislativo? L’Italia renziana è un cantiere aperto dove regna il caos. La pseudo riforma del lavoro è stata licenziata dal parlamento ma mancano ancora i Decreti attuativi. Le sedicenti riforme della giustizia e della P.A. sono in stand by. Il Paese Italia non decolla, mentre la Spagna risale la china. L’Italia sotto il piccolo Duce è scivolata nella terza recessione dal 2008



   

 

 

2 Commenti per “La stampa teutonica sgama il parolaio di Firenze: tanti annunci e niente di fatto”

  1. A parte che io detesto il parolaio renzi, ma perche la prezzolata stampa tedesca non si fa’ i beati ca..i suoi e si occupa invece dei danni che sta facendo all’Europa il governo tirannico della loro amata cu..na merkel ?

  2. “L’Italia renziana è un cantiere aperto dove regna il caos”. Non sono d’accordo, a me pare piuttosto in atto la costruzione di un sistema di potere tipo quello evocato dal Machiavelli con il Principe. Non sono importanti le competenze, che si costruiscono sul campo (vedi la ex capo vigilessa di Firenze), quanto piuttosto la fede nel principe cui spetta l’ arduo compito di tenere insieme tutti gli esecutori della sua logica e delle sue idee. Non importa quale/i siano. É la volontà di comandare che lo guida, null’altro. Il Rgagazzotto di Firenze è privop di valori e di progettualità etica e morale

Commenti chiusi

Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2017 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -