GB, imam Choudary: I musulmani non credono nella libertà di parola

Anjem Choudray

 

Il predicatore britannico Anjem Choudary è stato oggetto di pesanti critiche per le osservazioni controverse sull’attentato terroristico di Mercoledì a Parigi.  RT

Da Londra, Choudary ha scritto una lettera, pubblicata oggi da USAtoday, nella quale sostiene che i musulmani “non credono nel concetto di libertà di espressione” e che la Sharia (la legge islamica) è più importante dei sistemi giuridici delle democrazie liberali.

“Contrariamente all’equivoco popolare, l‘Islam non significa pace, ma significa piuttosto sottomissione ai comandi di Allah solo. Pertanto, i musulmani non credono nel concetto di libertà di espressione, perché i loro discorsi e le azioni sono determinate dalla rivelazione divina e non in base ai desideri della gente “, ha scritto.

“In un mondo sempre più instabile e insicuro, le potenziali conseguenze di aver insultato il Messaggero Muhammad sono note sia ai musulmani che ai non musulmani. ”

Choudary è una figura controversa nel Regno Unito. Mentre attrae un piccolo seguito di musulmani intransigenti affiliati alla scuola di pensiero salafita, non è considerato un predicatore tradizionale tra la maggioranza dei musulmani britannici.

L’anno scorso, il predicatore ha espresso il suo sostegno per lo Stato islamico (IS, ex ISIS / ISIL) ed ha sostenuto i musulmani in viaggio verso la Siria e l’Iraq per combattere. Uno dei suoi fedeli seguaci, Abu Rumaysah, ha lasciato il Regno Unito, mentre era libero su cauzione, per unirsi al gruppo di miliziani.



   

 

 

1 Commento per “GB, imam Choudary: I musulmani non credono nella libertà di parola”

  1. Anjem Choudary, ha fatto la scoperta dell’acqua calda, sappiamo benissimo che l’islam non tollera la libertà personale di espressione.

Commenti chiusi

Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2017 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -