Jihadisti Isis decapitano 4 uomini con l’accusa di blasfemia

isis-decapitazione-libia

 

13 dic. – Gli jihadisti dello Stato islamico hanno decapitato 4 uomini nell’ovest della Siria con l’accusa di blasfemia. Lo ha riferito l’Osservatorio siriano per i diritti umani, secondo il quale le vittime sono state decapitate a est della citta’ di Homs da miliziani della “Polizia islamica”.
Fonti locali, citate dall’Osservatorio siriano, hanno raccontato che gli jihadisti hanno decapitato e lapidato molte persone nelle zone sotto il loro controllo in Siria e in Iraq, accusandole di adulterio, omosessualita’, blasfemia o furto.

Ieri, al termine della preghiera del venerdi’, un uomo e una donna sono stati uccisi per adulterio a Manbij, nel nord del Paese. Secondo l’Osservatorio, dalla fine di giugno gli jihadisti sunniti hanno ucciso 1.432 siriani.



   

 

 

Commenti chiusi

Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2018 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -