GB, terrorismo islamico: sventato attacco, obiettivo era la regina

 

8 nov. – Sarebbe stata niente meno che Elisabetta II l’obiettivo di un attentato in programma oggi nel giorno del ricordo dei caduti (Remembrance Sunday) che prevede cerimonie in tuto il Regno Unito. L’appuntamento piu’ importante e’ la deposizione delle corone di fiori al Cenotafio, il monumento a due passi da Downing Street che ricorda le vittime di guerra, da parte della regina e dei membri della famiglia reale.

E’ quanto riferisce il Daily Mail riferendo degli sviluppi della notizia data dal Times e dal Daily Telegraph in prima pagina dell’arresto di 4 sospetti terroristi islamici tra i 19 ed i 27 anni, sorvegliati da mesi.

L’operazione e’ avvenuta nella notte tra giovedi’ e venerdi’ tra Londra e High Wycombee. E’ stata effettuata dall’unita’ antiterrorismo di Scotland Yard (SO15) su indicazioni degli 007 del controspionaggio, l’Mi5. I quattro, scrive il Times, non avrebbero avuto contatti con Isis ma si sarebbero ispirati all’esortazione lanciata dagli jihadisti sunniti dello Stato Islamico a colpire interessi occidentali di primo piano.

L’attacco sarebbe dovuto avvenire a 16 giorni dall’attacco al Parlamento di Ottawa e quello successivo contro due agenti a New York. Il Mail specifica che i 4 “stavano progettando di assassinare la regina con un coltello”. Sua Maesta’ ha gia’ fatto sapere che non intende modificare in alcun modo i suoi impegni domani anche se le misure di sicurezza – gia’ imponenti – sono state ulteriormente rafforzate. Come ogni anno Elisabetta II alle 11 sara’ la prima a deporre una corona di ‘papaveri rossi’ (il fiore dei caduti in Gran Bretagna sin dalla I Guerra Mondiale) al Cenotafio. (AGI) .



   

 

 

1 Commento per “GB, terrorismo islamico: sventato attacco, obiettivo era la regina”

  1. Adesso ovviamente cameron farà entrare ancora più extracomunitari islamici, mi sembra la giusta soluzione , vero david ?

Commenti chiusi

Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2017 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -