Priorità M5S: la pasta per gli immigrati è un problema, non la digeriscono

lorefice

21 luglio – Sulla pagina facebook della deputata grillina Marialucia Lorefice si puo’ leggere:

“Martedì 15 Luglio ho depositato un’interrogazione a risposta scritta sul problema della gestione dei pasti nei centri di prima accoglienza. Lo spunto è stato un articolo di giornale uscito nei giorni scorsi che faceva riferimento ai pasti che vengono buttati quando non sono consumati. In realtà, stavamo già prestando attenzione alla questione pasti, poiché, sebbene quelli offerti rispondono alle caratteristiche dieta mediterranea, la migliore, i migranti provengono da zone in cui sono abituati a nutrirsi di cose ben diverse; questo significa che anche la semplice pasta diventa per loro un problema. Non riescono a digerirla.

Il problema si pone anche per determinati tipi di carne. I musulmani non mangiano carne di maiale. Abbiamo avuto modo di parlare con la Prefettura di Ragusa di questo aspetto e credo si stia mobilitando per affrontarlo. In questi giorni sono stati ritrovati nei cassonetti della spazzatura decine di portate di cibo ancora cellophanate provenienti dal CPSA; i carabinieri della compagnia di Modica hanno avviato un’indagine in merito, per verificare la corrispondenza tra il numero di pasti fornito quotidianamente e il numero degli ospiti del centro e per verificare il rispetto delle tradizioni religiose dei migranti attraverso una giusta scelta degli alimenti; il contratto relativo al servizio di ristorazione prevede che nella scelta degli alimenti debbano essere rispettati i vincoli costituiti dalle regole alimentari dettate dalle diverse scelte religiose, ma niente si dice in riferimento alla gestione dei pasti che avanzano; i pasti vengono consegnati 3 volte al giorno ad orari ben precisi;

Al ministro dell’Interno abbiamo chiesto:

-se non ritenesse opportuno estendere le linee di indirizzo nazionale per la ristorazione scolastica del 29 aprile 2010 al servizio mensa per i migranti, gestendo le eccedenze alimentari attraverso iniziative di solidarietà per la destinazione del cibo ad enti assistenziali, evitando in tal modo che numerose pietanze finiscano nella spazzatura;

-se, di concerto con il Prefetto, per quanto di competenza, nel rispetto della libertà di religione dei migranti, non intendesse prendere in considerazione la possibilità di modificare gli orari di distribuzione dei pasti, conseguentemente a particolari periodi di preghiera come quello attuale del ramadan;

-se non ritenesse opportuno verificare che le pietanze distribuite non siano in contrasto con i principi e le abitudini alimentari e culturali dei migranti.

 



   

 

 

19 Commenti per “Priorità M5S: la pasta per gli immigrati è un problema, non la digeriscono”

  1. Allucinante, sconcertante quanto queste persone sedute sulle poltrone d’oro riescano a partorire esternazioni fantastiche di un mondo parallelo….
    Non mi pare che la deputata in questione abbia menzionato la preoccupazione verso le persone italiane indigenti ( nonnini che rovistano nella spazzatura per mangiare), qui nessuno si indigna.
    Poi vorrei dire alla Signora: ma questi signori clandestini, lo sanno che sono in un Stato che non è il loro e che pertanto essi debbano STARE ALLE NS. REGOLE? Qui mi pare che di doveri se ne parla solo quando la mala politica mette a segno il prelievo dalle tasche degli italiani, di diritti se ne sente solo per clandestini, rifugiati, rom e detenuti.

  2. Questi sono scemi, ci sono italiani che muoiono di fame.

  3. Anche il digiuno di moltissimi bambini italiani è in contrasto con quello che si vuole evidenziare .eppure non si tratta di religione ma di coscienza .

  4. Antonietta Basile

    E degli Italiani che non possono mangiare chi si preoccupa?

  5. Che schifo, io lavoro per pagare le tasse a uno Stato di Merda che altrimenti mi ruba la MIA casa e sti pezzi de merda vogliono il meni alla carta per gli immigrati ? Andate affanculo

  6. Ma per la miseria con tutti i problemi che ci sono a che va a pensare la portavoce di se stessa? Alla pasta che non si digerisce. Chiamte chef africani per farli mangiare…

  7. Ancora una volta i membri a 5 stelle hanno dimostrato il grado di intelligenza personale e politica di cui dispongono. 🙂

  8. ma certo tartufo bianco delle colline di San Miniato .caviale ostriche champagnino francese ,e vai con il liscio

  9. L’onorevole è forse troppo giovane per aver conosciuto le consuetudini del buon padre di famiglia nella tradizione contadina mediterranea, quando non c’erano catering e capitolati … “Se non mangi quello che c’è in tavola puoi anche andare a letto senza cena!”. E non mi risulta che ne siano morti di fame … ma piuttosto hanno imparato un’educazione.

  10. Giovanni Vitali

    io penso che costoro devono solo ringraziare di essere stati salvati , con enorme spreco di denaro pubblico, dallo Stato Italiano; quindi non capisco questo atteggiamento provocatorio di gettare i pasti perché non di loro gradimento; nemmeno loro sono graditi, ma non per questo li gettiamo in mare!!! quindi questo è quello che passa il convento! se non vi va bene tornate da dove siete venuti!!!! mi meraviglio che con tutti i problemi che abbiamo ci sia una deputata del 5 stelle che io ho votato che si prende a cuore una cazzotta del genere!!!!

  11. Ci sono italiani che vanno a raccogliere la verdura per terra, a fine mercato e i nostri politici si preoccupano del menù degli immigrati. ANDATE A NASCONDERVI! Siete sempre stati mantenuti dagli italiani e sparate certe cavolate!!!! I pensionati al minimo non arrivano neanche a fine mese, non arrivano neanche a comprarla la pasta.

  12. Ho letto i commenti…hanno detto tutto quello che volevo dire io….anzi,io,avrei detto di peggio !!!……..Che schifo di Italia !!!

  13. ma qualcuno ha mai provato ad andare nei loro paesi d’origine come migrante e vedere come ti trattano? queste razzae ammazzano i cristiani solo perchè di religione diversa!!!! e noi gli puliamo addirittura il ……!!!

  14. Nicola CHIEPPA

    Quando gli onorevoli fanno queste interrogazioni non sono affatto ONOREVOLI ma come dicono a Bergamo: Barlafus

  15. allora quando vediamo un barcone in Mediterraneo scortiamolo fino al porto di Amburgo….là troveranno la birreria da Angela che proporrà loro wurstel e crauti….

  16. La pasta con la farina bianca raffinata, è un alimento molto povero, è indigesta anche per gli italiani, ma non se ne sono accorti, perché sono continuamente tempestati dalla pubblicità. Si potrebbe provare con la pasta integrale, che è più digeribile, o si potrebbe sostituire la pasta con farina raffinata, con le patate, che almeno contengono il potassio.

  17. La domanda che mi viene spontanea è:
    Quando farete una interrogazione parlamentare per affrontare il problema che molti italiani ormai problemi di digestione non ne hanno perché non hanno nulla da poter digerire?

  18. Dopo sta cosa: ADDIO MOVIMENTO 5 STELLE.
    Prima ci fate credere nel movimento che manda a casa i politici extra pagati, con troppi privilegi ecc.
    Togliamo magari a loro x dare non al popolo italiano, ma allo straniero invasore irrispettoso di chi li ospita.
    L’ennesimo voto buttato via

Commenti chiusi

Se segui ImolaOggi.it
fai una donazione!

Grazie al tuo contributo, ci aiuterai
a mantenere la nostra indipendenza
Grazie per la tua donazione!


IBAN: IT78H0760105138288212688215

Donazione con PostePay
5333 1710 1181 9972
codice fiscale MNCRND56A30F717K

oppure fai una donazione con PayPal

Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2018 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -