Incentivi: Ministero Sviluppo stanzia 31,3 mln euro per auto ecologiche

euro-butt4 magg – Dal 6 maggio tornano gli ecoincentivi alle auto ecologiche. Il Ministero dello Sviluppo Economico ha firmato lo scorso 3 aprile il decreto di riparto delle risorse relative al 2014 destinate ai contributi per i veicoli a basse emissioni complessive. Quest’anno la somma prevista è di 31,3 milioni di euro, a cui si aggiungono le risorse non utilizzate nel 2013.

Hanno diritto all’incentivo tutte le auto elettriche, ibride, a GPL, a metano, a biometano, a biocombustibili, a idrogeno, con emissioni di CO2 non superiori a 120 g/km

[dividers style=”2″]

Uno studio effettuato negli Stati Uniti ha dimostrato, una volta per tutte, che gli sbalzi di temperatura del clima possano influire pesantemente sull’autonomia di un’automobile a propulsione elettrica.

Ad organizzare l’importante esperimento dimostrativo è stata l’American Automobile Association AAA, che ha messo alla prova tre veicoli elettrici per scoprire come le temperature calde, moderate o fredde possano incidere sul raggio d’azione delle vetture a batteria. I tecnici della AAA hanno messo su un banco dinamometrico, in una stanza climatizzata, una Nissan Leaf del 2013, una Mitsubishi i-MiEV del 2012, e una Ford Focus elettrica del 2014.

La prova ha permesso di sperimentare diversi livelli di temperatura in cui le auto hanno simulato i relativi comportamenti su strada. Ognuno dei tre veicoli è stato sottoposto a un ciclo completo di ricarica delle batterie e poi ‘guidato’ sui rulli in modo da verificarne i comportamenti nelle classiche condizioni di ‘stop e ripartenza’, tipiche del traffico cittadino. La sperimentazione è stata condotta da tutte e tre le vetture nelle stesse condizioni d’uso, facendole ‘lavorare’ alle temperature di 35 gradi, 24 gradi e 7 gradi Celsius. Con il variare delle temperature, la resa chilometrica delle tre vetture è cambiata in maniera sostanziale. In condizioni ideali – che significa circa 24 gradi di temperatura esterna – la percorrenza media di Leaf, i-MiEV e Focus Elettrica è stata di 105 miglia, pari a poco meno di 170 km.

Quando la temperatura è salita a 35 gradi, l’autonomia media è scesa del 33%, a 69 miglia, pari a circa 111 km. Ma le batteria hanno sofferto di più, come era prevedibile, la bassa temperatura scesa a circa 6-7 gradi, situazione climatica che ha ridotto l’autonomia media a 43 miglia, pari a circa 69 km che significa una resa delle batterie del 57% in meno, rispetto all’autonomia nelle stesse condizioni ma a temperatura moderata. L’esperimento si è rivelato interessante e utile, soprattutto perché permetterà agli automobilisti che hanno scelto la mobilità sostenibile dell’auto elettrica di pianificare con maggiore attenzione i propri spostamenti, tenendo presenti le diminuzioni di autonomia legate alla temperatura esterna. ansa



   

 

 

Commenti chiusi

Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2017 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -