Status di rifugiate per moglie e figlia del criminale internazionale Ablyazov

SHALABAYEVA

 

18 apr – Alma Shalabayeva, la moglie del  kazako Mukhtar Ablyazov, ha ottenuto insieme alla figlia lo status di rifugiato politico. A deciderlo è stata la commissione territoriale per il riconoscimento della protezione internazionale del Viminale. A renderlo noto sono i legali della donna. La notizia è stata confermata da fonti del Viminale.

Il legale: due permessi di soggiorno per madre e figlia
In base alla decisione odierna, spiega Anton Giulio Lana, avvocato di Shalabayeva, verranno emessi due permessi di soggiorno per la donna e la figlia con una validità quinquennale (rinnovabile alla scadenza): «il riconoscimento dello status comporta infatti una sostanziale equiparazione del rifugiato ai cittadini italiani per quanto riguarda i diritti normativamente garantiti».

Caso kazako: dietro il blitz una guerra di banche. Truffati anche 8 istituti italiani

Ambasciatore kazako: Ablyazov è un criminale ricercato in 5 Paesi

Caso kazako, nuova svolta: Ablyazov arrestato a Cannes

Kazakhstan: Shalabayeva sotto inchiesta per passaporti in cambio di tangenti

Kazakistan, nuove accuse contro Ablyazov: ha sottratto 317 milioni di dollari

La moglie di un criminale internazionale sputa sulla polizia italiana



   

 

 

Commenti chiusi

Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2017 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -