Si diede fuoco a Bologna, archiviata inchiesta per istigazione al suicidio

fuoco-bolognaBOLOGNA, 7 MAR – E’ stato archiviato il fascicolo di indagine per la morte di Giuseppe Campaniello, artigiano in crisi che il 28 marzo 2012 si diede fuoco davanti alla Commissione tributaria di Bologna e morì pochi giorni dopo.

L’inchiesta della Procura era per istigazione al suicidio a carico di ignoti. Anticipata on line dall’edizione emiliano romagnola del Fatto Quotidiano, la circostanza trova conferme in ambiente giudiziario. L’inchiesta fu aperta al Pm Massimiliano Rossi ed è rimasta senza indagati. ansa



   

 

 

1 Commento per “Si diede fuoco a Bologna, archiviata inchiesta per istigazione al suicidio”

  1. ADESSO POSSONO FARLA A CARICO DEL GOVERNO ITALIANO, ATTUALE E PRECEDENTI, IN PARTICOLARE MONTI E LETTA.. SECONDO
    L’ARTI.,580 DEL CP…..VEDI PAGINA FB COMITATO ART.580CP OPPURE
    ANTONIO GRAZIA ROMANO (UNO DEI PROMOTORI DELLE DENUNCIE
    A CARICO DEL GOVERNO)…….XCHE’ QUESTI DELITTI DI STATO NON DEVONO RIMANERE IMPUNITI…..LA GENTE VIENE SCARNIFICATA DI
    TASSE, MORE, INTERESSI USURAI E QUANT’ALTRO X MANTENERE, CON I SOLDI RAPINATI AGLI ITALIANI, MIGLIAIA DI ROM E DI EXTRACOMUNITARI E FARLI CAMPARE A SBAFO ALLE NOSTRE SPALLE COL PRETESTO DEGLI AIUTI UMANITARI……NOI ITALIANI NON ABBIAMO DIRITTO AGLI AIUTI X FARCI CAMPARE, VISTO CHE QUESTA NAZIONE L’ABBIAMO COSTRUITA NOI E NOI LA MANTENIAMO COME MANTENIAMO TUTTI I PARASSITI DI GOVERNO !!!

Commenti chiusi

Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2017 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -