Boldrini: nessuna invasione, in Italia ci sono 65mila immigrati

boldrini3 feb.  – “Dovete allargare la lente” sul tema dell’immigrazione. “Noi non siamo invasi, dobbiamo gestire il fenomeno e non demonizzarlo o creare allarmismi inutili. L’Italia può farcela perchè è all’altezza della sfida”. Così la presidente della Camera, Laura Boldrini, ha esortato gli studenti del liceo Mamiani di Roma, che oggi ha incontrato per un confronto sul tema ‘Cittadini del mondo’.

La legge Bossi-Fini va “riconsiderata” perché è nata in un periodo in cui il fenomeno dell’immigrazione era molto diverso da quello attuale.

A prova del fatto che l’Italia non è invasa di immigrati e di richiedenti asilo, Boldrini ha snocciolato qualche numero. “In Germania -ha sottolineato – gli immigrati sono 600 mila, 250 mila in Gran Bretagna e 65 mila in Italia”.

Boldrini fa il punto anche sui richiedenti asilo. Nel nostro paese “sono 15.700, in Francia 55 mila e in Svezia 44 mila. Da noi -ha puntualizzato- sono molto meno rispetto ad altri paesi europei. Per questo è importante documentarsi e conoscere le lingue per leggere e conoscere quel che viene scritto e raccontato anche all’estero”. libero



   

 

 

2 Commenti per “Boldrini: nessuna invasione, in Italia ci sono 65mila immigrati”

  1. Quindi ci sta dicendo che non dobbiamo lamentarci?
    La cosa scandalosa poi è la parte della legge Bossi-Fini che come la signora setessa dice, è stata fatta per arginare il massiccio afflusso degli immigrati…e qui che la mente contorta che ho mi fa nascera la domanda: ma dato che volete eliminare la Bossi-Fini così facendo non ci sarà un numero sufficiente da pensare ad un’invasione vera e propria dato che avete anche abrogato il reato di clandestinità? Sa come incomincio a pensare che il vostro unico pallino, il pallino della sinistra è quello di annientare l’italiano per manovrare a proprio piacimento l’immigrato..in altre parole un’Africa2

  2. e perchè non se porta qualche centinaio a casa sua?

Commenti chiusi

Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2017 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -