Disperato per la crisi, fabbro 63enne si spara

disp122 NOV – Un artigiano del ferro di 63 anni, soffocato dai debiti dovuti alla crisi economica, si é suicidato stamani a Tivoli, vicino a Roma. Secondo una prima ricostruzione della polizia ancora da definire, l’uomo si sarebbe appeso ad una carrucola con un cappio tenendo un fucile in mano e successivamente si sarebbe sparato al petto.

L’uomo ha lasciato un videomessaggio e una lettera per chiedere scusa ai familiari, adducendo come motivo il fallimento della sua azienda. Il corpo é stato trovato dal socio.

Condividi l'articolo

 



   

2 Commenti per “Disperato per la crisi, fabbro 63enne si spara”

  1. Ennesima vittima della finanza criminale nazionale e internazionale.

  2. questo signore che si è tolto la vita lo conosco bene. Abita nel mio palazzo. Una persona per bene, pacifico, un galantuomo.

Commenti chiusi

Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2018 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -