Altra anteprima nazionale al “Lucca Comics & Games”: Thor-The Dark World

Chris Hemsworth in una scena del film "Thor-The Dark World"

Chris Hemsworth in una scena del film “Thor-The Dark World”

C’è addirittura qualcuno che ha fatto quattro ore di fila pur di essere sicuro di non perdersi l’anteprima di Thor-The Dark World al Lucca Comics & Games.
E non sono pochi i cosplay che in questi tre giorate si sono aggirati per Piazza Napoleone e le vie del centro strorico nelle vesti del Dio del Tuono, nel look che ci ha fatto conoscere il suo “alter ego” supereroe dei fumetti della Marvel.
Grande attesa, dunque.

E il film di Alan Taylor, che prende il timone del secondo capitolo della saga dopo Kenneth Branagh, si dimostra -forse- anche migliore del suo capostipite.
Da veterano del piccolo schermo, e fra gli artefici del successo internazionale della serie Il trono di spade, Taylor lascia da parte qualsiasi tentativo di dare ai personaggi uno spessore perfino shakespeariano, impresa molto cara a Branagh quando si trova a raccontare di incomprensioni e scontri fra fratelli, o fra padri e figli.
E preferisce puntare sulla spettacolarità, concedendo uno spazio maggiore alla grandiosità dei paesaggi e delle scene di battaglia, che si rifanno alle origini nordiche del fumetto. Accompagnando il tutto con altrettanto imponenti effetti speciali. Una scelta che avvicina quella di Thor ad altre serie cinematografiche come Il Signore degli Anelli.

E se non mancano neanche momenti arguti e ironici che vedono protagonista il Dio del Tuono (quando appende il martello… al chiodo!), la vera rivelazione del film si conferma, però, Tom Hiddleston (Loki).
Che già in The Avengers ci aveva regalato un villain capace di rubare la scena all’eroe, come era successo al Joker di Heath Ledger nel confronto con il Batman di Christian Bale. E che, nonostante tutto, in questo capito tornerà molto utile alla famiglia.

Il richiamo a The Avengers non è casuale perché, come testimonia l’apparizione nel film di un altro supereroe di casa Marvel, ogni film che passa gli studios si convincono che la commistione -se non la coabitazione- fra i suoi personaggi possa diventare il fattore fondamentale per il loro successo ai botteghini.
Chissà che, in questo senso, qualcosa della trama di Thor-The Dark World non finisca per fare da sfondo all’imminente, e molto atteso, Avengers: Age of Ultron.

 

Luca Balduzzi



   

 

 

Commenti chiusi

Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2018 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -