Padova: 3 immigrati picchiano studente italiano “questo è il nostro territorio”

bull25 ott – . E’ stato aggredito a Padova in piazzale Stazione: la vittima è Matteo Basso, 18 anni, studente dell’Istituto tecnico commerciale e per il turismo Einaudi situato a due passi da piazza Mazzini. «Stavo andando a scuola, saranno state le otto e, come di consueto, avevo le cuffie con la musica» racconta Matteo, che ogni giorno a Legnaro, dove abita, sale a bordo del bus e arriva in piazzale Stazione per poi percorrere un tratto a piedi.

«Nei pressi di via Cairoli mi sono venuti incontro tre uomini e uno di questi mi ha dato una spallata. Avranno avuto più di 20 anni ed erano nordafricani. In modo minaccioso mi hanno domandato “Cos’hai da guardare?”, ho risposto “nulla”; allora mi hanno chiesto dove stessi andando. Continuando a camminare ho risposto “a scuola”. Mi hanno detto “questo è il nostro territorio”». A quel punto è iniziata l’aggressione: «Uno mi ha bloccato alle spalle, mentre gli altri due mi hanno sferrato un calcio alle costole e un pugno in bocca». Passano una decina di secondi prima che il giovane riesca a reagire.

Nulla gli è stato rubato: «Mi sono buttato a peso morto, in modo da mettere in difficoltà quello che mi teneva da dietro e da sferrargli una gomitata. All’uomo che avevo davanti, invece, ho tirato un pugno in faccia. Così mi sono divincolato, fuggendo senza voltarmi. Purtroppo non sono in grado di riconoscerli». Spaventato e sanguinante, Matteo è entrato in un bar. «Mi sono sciacquato la bocca e ho aspettato di tranquillizzarmi, poi sono andato a scuola». Arrivato all’Einaudi il ragazzo ha subito avvisato i docenti che lo hanno accompagnato dalla vicepreside: quest’ultima ha allertato carabinieri e ambulanza.

Al Pronto soccorso è giunto il papà di Matteo, Franco Basso: «Ne avevamo parlato giusto domenica di fronte ai tanti episodi di aggressioni accaduti. Gli avevo consigliato di non rispondere a provocazioni» spiega Franco Basso, «Matteo è stato bravo ma anche fortunato perché è riuscito a scappare… E se al suo posto ci fosse stata una ragazza?». Il giovane non ha riportato nulla di grave, se non una ferita alla bocca e una forte botta alle costole. «Quella strada dovrò percorrerla obbligatoriamente per andare a scuola, ma adesso la rifarò con un occhio particolare» conclude Matteo.

mattinopadova.gelocal.it



   

 

 

1 Commento per “Padova: 3 immigrati picchiano studente italiano “questo è il nostro territorio””

  1. dateci le armi e ci difenderemo da soli

Commenti chiusi

Se segui ImolaOggi.it
fai una donazione!

Grazie al tuo contributo, ci aiuterai
a mantenere la nostra indipendenza
Grazie per la tua donazione!


IBAN: IT78H0760105138288212688215

Donazione con PostePay
5333 1710 1181 9972
codice fiscale MNCRND56A30F717K

oppure fai una donazione con PayPal

Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2017 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -