Giovannini emula la Fornero: “Gli italiani sono incompetenti, poco occupabili”

fornero-giovannini

9 ott – Dopo “choosy”, “sacnsafatiche” e “bamboccioni”, ora gli italiani sono pure “incompetenti”. Il ministro del Lavoro, Enrico Giovannini, dopo sei mesi a palazzo Chigi centra subito l’obiettivo: farsi odiare da chi lavora e soprattutto da chi un lavoro non ce l’ha. Intervenendo a un convengo sul Senato sui 10 anni della legge Biagi, Giovannini afferma: “L’Italia esce con le ossa rotte dai dati dell’Ocse diffusi ieri: dati che ci mostrano come gli italiani siano poco ‘occupabili’, perché molti di loro non hanno le conoscenze minime per vivere nel mondo in cui viviamo e non costituiscono capitale umano su cui investire per il futuro”.

Affermazioni pesanti di per sé, ancora di più se a pronunciare è il ministro del Lavoro”. Ma il ministro non fa marcia indietro: “Quelle cifre – ha aggiunto – ci mostrano quanto siamo indietro in termini di capitale umano e di occupabilità. La responsabilità di questa situazione – ha concluso – è di tutti”. Il dato di ieri dell’organizzazione mostrava come l’Italia sia tra gli ultimi posti al mondo per le competenze fondamentali necessarie a muoversi nel mondo del lavoro e della vita sociale. Ma quei dati di certo non sono il passaporto per poter definire gli italiani come “incompetenti” e “inoccupabili”.

Condividi l'articolo

 



   

14 Commenti per “Giovannini emula la Fornero: “Gli italiani sono incompetenti, poco occupabili””

  1. Queste dichiarazioni “generalizzanti” rilasciate dal ministro del lavoro provano l’esattezza delle sue parole! Il Ministero del Lavoro é l’Ente responsabile per la manutenzione del “capitale umano”. Avrebbero dovuto fare studi sulla “impiegabilitá”, a lunga e corta scadenza, di tutti. Ma in Italia, almeno negli ultimi 30 anni, non si é mai fatta una vera strategia industriale, come la si fece dopo ia guerra. I vari Enti, inclusi quelli istruttivi, non hanno agito o reagito ai vari cambiamenti nel mercato del lavoro
    agendo in piccolo e direttamente con medie e grandi imprese per rimediare alla meglio e provvisoriamente alle varie richieste, ad hoc. Caro Ministro dell’Ozio, o lo fai, o ci sei…! Come mai, i milioni di emigranti che l’Italia ha “provveduto” per tanti Paesi nel mondo sono stati considerati idonei ai loro impieghi? Lei le stronzate le vada a dire a quei sprovveduti e corrotti nel suo Governo odierno e del recente passato!

  2. Allora Giovannini ci dice che siamo degli incompetenti, benissimo, noi possiamo affermare con estrema e assoluta certezza che tutti i politici, tecnici, saggi e capo dello Stato siano altamente inappropriati, inadeguati, impreparati. I giovani caro giovannini, scappano dall’Italia perchè non C’è FUTURO IN ITALIA, e perchè non c’è? per la vostra politica corrotta dove per poter andare avanti, devi essere raccomandato.
    lei cita l’Ocse dichiarando: dell’Ocse diffusi ieri: dati che ci mostrano come gli italiani siano poco ‘occupabili’, perché molti di loro non hanno le conoscenze minime per vivere nel mondo in cui viviamo e non costituiscono capitale umano su cui investire per il futuro”.
    E sentiamo, anche lei la pensa come la ministressa diversamente pigmentata? E cioè che sono gli immigrati ad acculturarci?
    giovannini, ma ci faccia il piacere..TACCIA E NON DICA FESSERIE!!!

  3. aprire la bocca per dire demenze…..
    il nostro paese è diventato come una pompetta per attizzare il fuoco……da una parte stiamo prendendo di tutto da ogni parte del mondo dall’altra parte dove esce l’aria….mandiamo la nostra migliore gioventù a lavorare all’estero facendo cosi fregare le mani ai paesi che li accolgono.
    UN BEL MERCATO DI SCAMBIO.
    mi domando se questi signori se ne siano accorti….oppure fanno orecchie da mercante….tanto i loro figli per quanto riguarda il lavoro sono già sistemati.
    VERGOGNA

    • D’accordissimo anche con te Daniele a sai non si sa mai nella vita può darsi che tocchiamo subito il fondo per subito risalire e poi……!

  4. Giacomo Consalez

    Questi personaggi governativi, per i quali le contumelie non bastano più, fingono di non sapere che le qualità professionali degli italiani sono il prodotto di 90 anni di pubblica istruzione somministrata a tutti noi dallo stato padrone illuminato, almeno dalla fascistissima riforma Gentile ad oggi.

  5. pero’ tutti i torti non ce li ha, in effetti qualche migliaio di incompetenti in italia c’e’ lo dimostra il fatto che dopo una votazione ha messo questi qui al governo

  6. Chi sa perchè poi gli italiani che emigrano in Germania ed altri stati europei trovano lavoro e qui in Italia sono poco occupabili e non hanno conoscenza del momdo in cui vivono. Le altre Nazioni trovano negli italiani il genio e in Italia vanno avanti solamente le persone raccomandati dai politici che hanno usufruito dei loro servigi elettorali. Secondo me la classe più incompetente che si possa trovare in Italia è proprio la classe politica a tutti i livelli. Altro che i lavoratori.

    • Ben detto non fa una grinza, aggiungerei che se il ministro andrebbe a lavorare all’estero penso che topperebbe.

  7. Il ministro del lavoro che disprezza pubblicamente i suoi connazionali, questo è il governo Letta! Comunque il primo incompetente è proprio lui!

  8. Caro Giovannini, gli italiani che voi definite “choosy”, “scansafatiche”, “bamboccioni”, “incompetenti, “poco occupabili” vanno all’ estero (FANNO LA MIGLIOR SCELTA DELLA LORO VITA), sono tra i migliori di tutta l’ EUROPA e potrei continuare e continuare.

  9. Marcello MARINO

    Messaggio rivolto a chi ci governa: gli inoccupabili e incompententi siete proprio voi.
    Le mie conoscenze,come molti altri nelle mie condizioni,esperienze, professionalità ed altro, li possiamo dimostrare a tutti e in qualsiasi momento in cui ci permetterete ciò.
    Marcello MARINO

    • Marcello MARINO

      Vorrei inoltre dire un’altra cosa che ho sullo stomaco da molto tempo:
      fate arrivare ai posti di comando le persone competenti,preparate,e non RACCOMANDATI.
      Marcello MARINO

Commenti chiusi

Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2018 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -