Acqua: quasi 4 miliardi di bollette non pagate

bollette29 sett – Arriva a sfiorare i 4 miliardi (3,8 per la precisione) il credito delle aziende idriche per utenze morose, ovvero per bollette non pagate e scadute da 24 mesi. A questi si potrebbero aggiungere 2,3 miliardi di credito non scaduto, per un totale di 6,1 miliardi.

A dirlo un dossier di Federutility (la Federazione delle imprese energetiche e idriche) in cui si esamina per la prima volta la morosità nel servizio idrico. Nonostante ci sia “disomogeneità” territoriale, e il tasso di morosità nazionale sia del 4,3%, la situazione peggiora mano a mano che si scende da Nord verso Sud: si va da punte da casi del 2,4% nelle regioni settentrionali fino a picchi dell’8,6% nel Meridione, dove per le gestioni la morosità rappresenta il 38% dei mancati incassi. Federutility mette poi in evidenza come “il credito scaduto totale corrisponda a circa 3 volte la stima degli investimenti realizzati nel settore nel 2011”.

Per far fronte a questa situazione, che è come se ‘appesantisse’ le aziende dell’acqua di quella parte di mancate entrate, Federutiltity propone principalmente – rivolgendosi all’Autorità per l’energia elettrica e il gas in vista dell’elaborazione del nuovo metodo tariffario – di “riconoscere le perdite sul credito in tariffa” in base “al tasso” di non pagato a seconda dell’area geografica.



   

 

 

Commenti chiusi

Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2017 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -