Washington: migliaia di motociclisti in strada per impedire la marcia islamica

bikers12 sett – Con un tempismo a dir poco inopportuno e con la mancanza di delicatezza che li contraddistingue,  l’American Muslim Political Action Committee (AMPAC), gruppo in difesa dei diritti dei musulmani aveva annunciato di organizzare una marcia per le strade di Washington per rivendicare i propri diritti proprio l’11 settembre, nell’anniversario di una ferita ancora aperta nel cuore degli americani.

L’evento, chiamato “Million Muslim March”, si sarebbe svolto per le strade della capitale. Se non fosse che migliaia di motociclisti americani hanno deciso di scendere in strada contro questa manifestazione, invadendo le strade e scoraggiando l’evento organizzato dall’AMPAC in quel determinato giorno.

bikers2

Una manifestazione spontanea e non autorizzata dalle autorità locali, che si basava su quattro punti essenziali:

1 – Siamo americani, crediamo nella costituzione, nei nostri diritti e negli Stati Uniti.
2- Questo evento è fatto in onore e nel rispetto delle persone morte l’11 settembre e per le loro famiglie. E’ anche in ricordo di tutti quei militari che hanno combattuto chi ha causato questi attacchi.
3 – Siamo contro tutte le trasformazioni fondamentaliste dell’America di questo governo e di tutti i precedenti.
4-  Noi marciamo per la nostra libertà. Questa è una marcia di pace e non vogliamo violenza di nessun tipo. Marciamo per mostrare il nostro amore per l’america e per essere l’esempio della libertà di questo paese.

La marcia ha avuto successo, non solo per le oltre 3’000 moto che sono scese in strada ma soprattutto per aver scoraggiato tanta gente a partecipare alla “Million Muslim March”, che si è rivelata quindi un vero flop.

bikers3

http://www.mattinonline.ch/



   

 

 

5 Commenti per “Washington: migliaia di motociclisti in strada per impedire la marcia islamica”

  1. Iniziativa ammirevole per far capire che non si e` tutti e sempre pronti a calarsi le braghe per paura. WELL DONE BOYS.

  2. Si parla di centinaia di migliaia di moto , molto più di 3.000.Onore ai bikers americani.Quello che le pavide autorità non hanno fatto lo hanno fatto i motociclisti.

  3. giovanni tessitore

    sono d’accordo con i valori fondamentali che hanno ispirato la marcia contro i mussulmani, nemici dell’america, dell’europa e, quindi, dei valori che hanno sempre contraddistinto l’occidente dalla deriva barbara e incivile.

  4. Ammirevoli..bikers for ever!!! Grandissimi, per una volta tanto il momento di non farsi mettere i piedi in testa ha preso il sopravvento!!!

  5. Come non essere d’accordo con voi, purtroppo noi Italiani rimaniamo sempre il paese dei farlocchi.

Commenti chiusi

Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2017 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -