Piccinin: rapitori islamisti molto violenti, anti-occidentali e anti-cristiani

pierre9 sett – Durante il suo sequestro in Siria, Domenico Quirico ha subito “due finte esecuzioni”: lo ha rivelato Pierre Piccinin, l’insegnante belga liberato domenica insieme all’inviato della Stampa, dopo cinque mesi di prigionia.
“Abbiamo subito violenze fisiche molto dure”, ha dichiarato alla radio Bel Rtl, spiegando che per due volte lui e Quirico erano riusciti a fuggire ma sono stati ricatturati e puniti. Nel racconto di Piccinin si dipanano settimane di inferno, in mano a “gruppi molto violenti, molto anti-occidentali e a islamisti anti-cristiani”.

“Domenico ha subito due finte esecuzioni con la pistola e a un certo punto abbiamo pensato che ci avrebbero ucciso perche’ ci hanno detto che eravamo diventati un problema e che si sarebbero liberati di noi”, ha riferito Piccinin. Una situazione drammatica dalla quale i due, che si sono “sostenuti a vicenda”, hanno tentato di “scappare per due volte”: “Abbiamo approfittato della preghiera, abbiamo preso due kalashnikov e abbiamo lasciato l’edificio. Per due giorni abbiamo corso per la campagna, prima di essere ripresi e gravemente puniti per il tentativo di fuga”. (AGI) .



   

 

 

Commenti chiusi

Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2017 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -