Il Tar conferma: stop al Muos. Crocetta: “Ho vinto contro gli Usa”

crocetta

9 lug. – Il Tar di Palermo ha respinto la richiesta del ministero della Difesa di dichiarare la sospensiva del provvedimento della Regione che ha revocato le autorizzazioni per la costruzione del Muos, il sistema di comunicazione satellitare delle forze armate Usa a Niscemi (Caltanissetta). Resta dunque in vigore la decisione della Regione di bloccare i lavori, che vengono contestati dalle popolazioni locali nel timore di conseguenze sulla salute per le emessioni dei radar.

Stamane gli avvocati che difendono il coordinamento dei comitati No Muos si erano detti “fiduciosi” sulla decisione del Tar, auspicando “nel rigetto della sospensiva richiesta dal ministero della Difesa contro la revoca delle autorizzazioni per la costruzione della stazione radar, adottata dal governo regionale”. Secondo gli attivisti i lavori starebbero proseguendo con la realizzazione di una nuova torretta. Gli attivisti No Muos presenti davanti al Tar assieme ai legali, hanno intanto contestato il questore e il prefetto di Caltanissetta, per l’azione condotta dalle forze dell’ordine il 19 giuugno scorso quando alcuni militanti avevano impedito l’uscita di un gruppo di giornalisti dalla base di contrada Ulmo a Niscemi. I No Muos sono stati multati per blocco stradale con sanzioni da un minimo di 2.500 a un massimo di 10.000 euro.

CROCETTA, UNA GRANDE VITTORIA E ORA PREPARO LEGGE

E’ una grande vittoria, non e’ una notizia da niente.
Evidentemente le nostre motivazioni erano fondate. E’ la reazione del presidente della Regione siciliana Rosario Crocetta. “Questo -ha aggiunto Crocetta- mi da’ piu forza anche in vista dell’incontro previsto piu tardi con l’ambasciatore americano. Questa vicenda l’ho affrontata con coraggio fin dall’inizio e non e’ stato facile. Mi sono trovato contro gli Stati Uniti d’America, lo Stato italiano. Sul Muos abbiamo un disegno di legge quasi pronto e questa cosa ci consentira’ di risolvere normativamente la questione”, ha concluso il governatore.

LEGALI REGIONE, CONFERMATA LA LEGITTIMITA’ DELLO STOP A MUOS

“La notizia che l’istanza di sospensiva presentata dal ministero della Difesa contro la revoca dei lavori adottata dal governo regionale e’ stata respinta, e’ confermata dal Tar di Palermo ma, al momento, non si conosce ancora il testo dell’ordinanza. Possiamo dire che questo risultato conferma la legittimita’ dei provvedimenti di revoca adottati dalla Regione”. A dirlo l’avvocato Maria Mattarella, che fa parte del collegio difensivo che segue la Regione siciliana nella vicenda. Del collegio fanno parte anche Beatrice Fiandaca e Marina Valli, convocate dal presidente della Regione siciliana Rosario Crocetta, durante una conferenza stampa a Palazzo d’Orleans, alla luce del rigetto della richiesta di sospensiva del ministero della Difesa innanzi al Tar.

“Probabilmente -ha aggiunto l’avvocato Mattarella- nelle prossime ore sara’ disponibile l’ordinanza e si conoscera’ meglio le motivazione e forse la data in cui comincera’ la trattazione nel merito dei tre ricorsi”.



   

 

 

Commenti chiusi

Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2017 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -