In piena crisi economica l’Italia regalava 30 mln di euro all’Unesco

unesco23 giu – L’Unesco vorrebbe essere un’Organizzazione delle Nazioni Unite fondata per promuovere e consolidare la pace attraverso la cooperazione intellettuale nei settori dell’Educazione, delle Scienze (naturali e sociali), della Cultura (con particolare riferimento alla Protezione e Promozione del Patrimonio Culturale e delle Identità Culturali) e della Comunicazione (intesa come libertà di stampa e sviluppo dei sistemi di informazione).

.Gli Stati membri dell’Organizzazione sono 195 ai quali si aggiungono 8 associati.

L’Italia è tra i massimi promotori dell’UNESCO, come testimoniano l’entità dei suoi contributi finanziari, la qualità dei progetti finanziati e la presenza dell’Italia in diversi Comitati Intergovernativi, gli organismi attraverso cui si svolge l’attività dell’Organizzazione parigina nei diversi settori in cui è articolata.

Da anni l’Italia figura al primo o al secondo posto tra i donatori bilaterali al Sistema UNESCO (oltre 25 milioni di Euro nel 2011) e al sesto posto tra i contribuenti al Bilancio ordinario dell’Organizzazione (14,3 milioni di Euro nel 2011 a carico della Direzione Generale per la Promozione e la Cooperazione Culturale), dopo USA, Giappone, Germania, Regno Unito e Francia.

Fonte

http://www.esteri.it/MAE/IT/Politica_Estera/Cultura/CooperCulturale/CooperMultilaterale/UNESCO.htm



   

 

 

Commenti chiusi

Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2017 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -