Legge islamica sulle spiagge venete? Zaia infuriato blocca tutto

burqa

31 MAGG . INTEGRAZIONE? – A Jesolo decidono di non assumere donne: urtano la sensibilità dei venditori abusivi di fede islamica. E per la Kyenge e la Boldrini va tutto bene…

Da quest’anno niente donne a lavorare in spiaggia. Urtano la “sensibilità” dei venditori abusivi di fede islamica. Sembrava uno scherzo di pessimo gusto del presidente di Federconsorzi che ieri mattina in municipio a Jesolo illustrava ai giornali il nuovo servizio di sicurezza in spiaggia e di assistenza ai bagnanti composto da 50 “steward” e nessuna “hostess”. Nessuna donna, ha spiegato, per evitare problemi, anche gravi.

Jesolo: nessuna donna beach steward «Per non offendere i musulmani»

“Gli islamici non ascoltano le donne quando danno ordini o anche solo consigli, pertanto non sono state assunte. L’anno passato si erano create situazioni di pericolo, se non di violenza, nei loro confronti, così quest’anno non ne avremo in spiaggia”. Sharia in spiaggia, dunque, con l’inversione dei ruoli: i clandestini che decidono chi, tra gli italiani, può lavorare e chi no. Senza parlare del fatto che in un attimo si sono cancellate 50 anni di battaglie per i diritti delle donne e tutte le belle parole sulle pari opportunità continuamente ripetute dal nuovo governo.

Kyenge e Boldrini però non hanno ritenuto opportuno intervenire, come se di fronte ai presunti “diritti” degli islamici tutto dovesse piegarsi. Zaia, governatore del Veneto, fortunamente ci ha messo una pezza intervenendo con rabbia: «È ora di finirla, stiamo davvero esagerando. Ora pretendono anche di imporci il sesso di chi può lavorare e di chi deve fare rispettare le leggi?».

Zaia che oggi sarà a Jesolo ammonisce: “E’ una decisione del tutto sbagliata. Visto l’andazzo io avrei fatto il contrario e avrei assunto tutte donne. Chi sono quelli che non le vogliono? Stiamo parlando di gente che vende merce contraffatta e va avanti nell’illegalità arrecando un forte danno ai nostri commercianti e facendo allontanare i turisti alle nostre spiagge.
E si permettono anche di imporci chi deve far rispettare le leggi che loro peraltro neanche rispettano? Non scherziamo.”


L’esponente della Liga Veneta parla di un «segno dei tempi che corrono» e mette tutti sull’avviso: “Il turismo è per noi fondamentale. In Veneto si registrano 67 milioni di turisti all’anno. La presenza di questi vu cumprà allontana turisti e quindi allontana i profitti”.

Zaia sbotta: «E’ ora di finirla, le leggi vanno rispettate. Non esiste che questa gente ci imponga di discriminare le nostre donne.” 
Sfuriata utile, quella di Zaia: in serata da Jesolo hanno comunicato di averci ripensato. Ci sarà lavoro anche per le donne. MATTINONLINE.CH

 

Condividi l'articolo

 



   

11 Commenti per “Legge islamica sulle spiagge venete? Zaia infuriato blocca tutto”

  1. maria cavuoti

    non volevo crederci…ma scherziamo? delegittimiamo la notra dignità le nostre leggi preoccupandoci di non ledere i “principi” di questo mao mao? Questi che hanno preso una tale ridicola decisione vanno rimossi all’istante…e sulle spiagge, solo polizia femminile, se non diamo l’esempio noi legittimiamo i burka…qui solo chi lavora e rispetta le nostre leggi, gli altri a casa

  2. Ma allora si dovrà fare grandi passi indietro anche con le donne in polizia…carabinieri…finanza?

  3. mi sto vergognando di essere italiano e di essere governato da gente senza un minimo di attaccamento al nostro paese ma solo alla poltrona che i voti degliimmigrati gli porteranno,vergognatevi state distruggendo l’Italia permettendo a queste merde di venire qui e il paradosso sta nel fatto che oltre che vendono in nero senza rispettare le leggi eo ltre che non vengono neanche rimpatriati come la legge dice, si permettono pure di dettare le regole, qui stiamo veramente rasentando il grottesco,bisogna che qualcuno cominci ad usare il pugno duro e a far rispettare le leggi e le nostre usanze, e spero che in futuro non legga piu’ simil stupidaggini.

  4. Ma il primo intervistato ci fa o ci é? È’ cretino???? “Sentirsi condizionati nel loro lavoro e nella loro libertà da figure femminili”? Ma parliamo di cittadini regolari che pagano le tasse o di ABUSIVI che non rispettano le NOSTRE LEGGI e creano danno alla nostra economia? Le tasse con cui paghiamo il SUO stipendio da dove arrivano, dai clandestini? Allora voglio una legge che imponga a tutti di rispondere sempre al citofono per non urtare la sensibilità dei Testimoni di Geova…. Questi mussulmani comunque hanno rotto, tra le cinque grandi religioni sono gli unici che pretendono si rispetti la loro e on hanno rispetto per gli altri, che vadano a …!!!!

  5. ma siamo in italia od in arabia? questi vengono a comandare a casa nostra! il bello è che qualche dirigente gli dà anche ragione vergogna!

  6. Maria Grazia Liso

    IL FATTO E’ DI ESTREMA GRAVITA’ E IO DICHIARO A NOME DI TUTTE LE DONNE ITALIANE CHE NOI SIAMO PRONTE A UNA RIVENDICAZIONE ANCHE VIOLENTA, SE NECESSARIO, DEI NOSTRI DIRITTI. NEI PROSSIMI GIORNI MI METTERO’ IN CONTATTO CON IL PRESIDENTE DI FEDERCONSORZI, CHE HA SCELLERATAMENTE VARATO QUESTO PROVVEDIMENTO, E PRESSERO’ AFFINCHE’ TUTTI I COMMERCIANTI ABUSIVI SPARISCANO DALLE NOSTRE SPIAGGE, SPECIE SE SONO IMMIGRATI CLANDESTINI. NOI DONNE NON STAREMO A GUARDARE E LA GUERRA E’ COMINCIATA !

    TRADUZIONE IN ARABO: الترجمة العربية :
    حقيقة ‘خطيرة للغاية’ AND I تعلن على باسم جميع النساء الإيطاليات أننا مستعدون إلى أي مطالبة TOO العنيفة، وإذا لزم الأمر، من حقوقنا. في الأيام القليلة القادمة سوف أحضر لي ‘في اتصال مع رئيس FEDERCONSORZI، جنائيا التي بدأها هذا الاجراء، بالاضافة PRESSERO “ترتيب” جميع التجار غير لائق تختفي من شواطئنا، وخاصة إذا كنت المهاجرين غير الشرعيين. نحن لا تقف متفرجة النساء والحرب AND ‘بدأت!

    • Legge islamica sulle spiagge venete? Zaia infuriato blocca tutto
      http://www.imolaoggi.it/?s=zaia
      Zaia sbotta: «E’ ora di finirla, le leggi vanno rispettate. Non esiste che questa gente ci imponga di discriminare le nostre donne.” 
Sfuriata utile, quella di Zaia: in serata da Jesolo hanno comunicato di averci ripensato. Ci sarà lavoro anche per le donne

    • maria cavuoti

      Ci sto…ho una figlia di 21 devo farlo per lei…non sono razzista ma non rispetto chi non mi rispetta… mi faccia sapere,
      sono allibita credevo fosse uno scherzo…oltre a rispedire indietro i clandestini devono essere rimossi questi pagliacci che hanno fatto fare alla vostra regione una figura pessima…mamma mia che pena!

  7. meno male che c’è zaiaaaaaaaaaaaaaaa,io ho una proposta,invece di non assumere ragazze per le spiaggie,mandiamo via a calci nel culo i marocchini,così il problema è risolto,no?

  8. Anzichè far rispettare gli usi ed i costumo degli italiani,
    continuano a calarsi “le braghe” e a concedere tutto.
    Pazzesco se andiamo avanti così si arriverà che ci imporranno di indossare il burca… per non urtare la sensibilità de stà gente

    • siamo unpopolo ridicolo ecco perche’ ci schifano tutti, questa ne e’ una dimostrazione, non siamo neanche attaccati al nostro Paese, non riusciamo a far rispettare neanche le nostre leggi le nostre usanze, mi vergogno di essere italiano

Commenti chiusi

Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2018 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -