Immigrati Lazio: situazione esplosiva, l’immigrazione è un business

immigrati30 mag – ”E’ tempo di finirla con affari con cui certe associazioni e cooperative lucrano sonanti quattrini e di cui spesso gli stessi migranti sono le prime vittime, ed e’ ora che il governo italiano e la Regione Lazio intervengano sull’Europa chiedendo di condividere il problema immigrazione contenendo gli ingressi.

Solo la Regione Lazio continua ad ospitare un numero rilevante di profughi provenienti dal Nord Africa e solo a Roma, da gennaio a giugno 2012, sono stati 2.300 gli stranieri non accompagnati, identificati come minorenni e sistemati nei centri di prima accoglienza. In questa ottica e’ necessario rivedere i meccanismi di utilizzo dei fondi europei sfruttando al meglio le risorse di programmazione 2014-2020 dei fondi strutturali destinandole principalmente alle gravi problematicita’ sociali degli italiani in difficolta”’.

Lo dichiara in una nota Fabrizio Santori, presidente del Gruppo La Destra alla Regione Lazio, commentando la notizia riportata da un giornale tedesco secondo cui l’Italia avrebbe dato la propria disponibilita’ per riaccogliere 5700 profughi africani che si erano spostati recentemente in Germania.

”Il continuo ingresso di nuovi immigrati, che in massima parte finiscono per le vie di Roma spargendosi dal centro alla periferia, sta portando la citta’ ad una situazione esplosiva che rischia di trascinare alla disperazione migliaia di cittadini costretti ogni giorno a subire il morso della crisi tra mille sacrifici e stenti. Per ogni profugo, invece, lo stato italiano spende ben 42 euro al giorno e 80 euro se e’ un minore, piu’ i beni di prima necessita’. Fino ad aprile 2012 in Italia erano stati spesi 520 milioni di euro per l’emergenza Nord Africa senza dimenticare i 55 milioni di euro destinati al business dei presunti minorenni.

Adesso basta, e’ tempo di fermare questo continuo ingresso di stranieri che colpisce soprattutto le grandi citta’ smascherando il business dell’immigrazione, un giochetto sporco che rischia di scatenare una miserabile quanto feroce guerra tra poveri. Solo una giunta guidata dal centro destra, e non certo da quel centro sinistra guidato da Ignazio Marino, potra’ cercare con determinazione di arginare questo scempio, proseguendo il lavoro gia’ iniziato durante il suo primo mandato dal sindaco Gianni Alemanno, pure tra mille resistenze e difficolta’ mummificate da anni di vano quanto furbesco buonismo”, conclude Santori.



   

 

 

1 Commento per “Immigrati Lazio: situazione esplosiva, l’immigrazione è un business”

  1. O morettina, o morettina…
    Nel tuo paese in congo , se vuoi risiedere devi dimostrare che non rubi lavoro ai locali , che vivi di rendita e che i quattrini ti arrivano dall’estero e quando ci vado, giro ancora con body guard armati per acquistare in supermarket un litro di latte…

    Qui da noi ” YOU ARE WELCOME ” perché siete un business che gli altri europei rifiutano, ma parte di noi NO !!!! anzi nelle mitiche terre di Dante, Boccaccio , Michelangelo ai tuoi fratelli « VU CUMPRA … » si da’ con canti e feste la CITTADINANZA ONORARIA , ed anche se evadete miliardi e miliardi di denaro guadagnato illecitamente e che spedite alle vostre tribu’, poco male … qualcuno con voi di mezzo si arricchisce …..

    Pensa pero’ quanto stanno incazzati i senza lavoro a causa di questa continua pacifica invasione dai paesi del terzo mondo che sopprimono forze economiche al paese che vi ospita e senza guida certa … !

    Che triste fine ci fai fare….. ci mancavi solo tu ministro congolese !!! ora la pappa é fatta !

Commenti chiusi

Se segui ImolaOggi.it
fai una donazione!

Grazie al tuo contributo, ci aiuterai
a mantenere la nostra indipendenza
Grazie per la tua donazione!


IBAN: IT78H0760105138288212688215

Donazione con PostePay
5333 1710 1181 9972
codice fiscale MNCRND56A30F717K

oppure fai una donazione con PayPal

Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2017 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -