Spaccio di droga, arrestato 19enne polacco

spaccio7 febbr – Una stretta di mano a quelli che parevano essere degli amici. Invece erano clienti. Il giovanissimo spacciatore – 19 anni e di origine polacca – aveva escogitato questo sistema per consegnare le dosi di marijuana: Marcin Wojtowicz, il suo nome. Aveva messo in piedi un giro di spaccio in pieno centro, incurante della vicinanza con la caserma che ospita la compagnia provinciale dei carabinieri di Reggio, e a pochi passi da palazzo Allende, dalla Basilica della Ghiara, dalla galleria Parmeggiani: lungo corso Garibaldi, uno dei punti più animati della città, anche e soprattutto dai giovani, vista la vicinanza con la biblioteca Panizzi, in via Farini e la presenza di diversi locali.

I movimenti del 19enne, un operaio insospettabile, perché incensurato, non erano passati però inosservati, proprio ai carabinieri, quelli cosiddetti di quartiere, afferenti alla stazione di corso Cairoli. Era stata notata in particolare quella stretta di mano, un gesto un po’ inusuale tra i giovani, ma che il ragazzo utilizzava sempre per “salutare” quelli che sembravano suoi amici.

È scattata così la trappola che ha confermato i sospetti dei militari. Il giovane è stato bloccato con il suo amico di turno, proprio subito dopo la stretta di mano. I carabinieri hanno potuto appurare in questo modo che tra le mani dei due era passata una dose di droga. Altra droga è stata poi trovata nell’appartamento del 19enne, anch’esso in pieno centro, in via Rocchetta. Qui sono stati trovati e sequestrati una dozzina di grammi di marijuana, oltre 800 euro provento dello spaccio, un bilancino d precisione, vario materiale per il confezionamento e lo smartphone per i contatti con i clienti. Nei guai anche l’amico-cliente, un ventenne, segnalato come assuntore di droga. Wojtowicz è stato arrestato. gazzettadireggio.



   

 

 

Commenti chiusi

Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2017 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -