Coppie gay, Anm: la giurisprudenza deve colmare i vuoti della politica

Condividi

 

cassaz

12 gen. – “Sul tema dei diritti civili la giurisprudenza riempie i vuoti lasciati dalla politica.
Stupisce e colpisce che in questa nostra Italia, ormai da un po’ di tempo, facciano notizia sempre molto di piu’ la giustizia penale, lo scandalo, mentre quotidianamente nelle aule di giustizia vengono riconosciuti i diritti delle famiglie di fatto. Tanti temi legati ai diritti civili sono stati anticipati proprio da decisioni giudiziarie”. Lo hanno dichiarato i vertici dell’Anm, ospiti di ‘KlausCondicio’.

“Le situazioni di fatto – sottolineano Rodolfo Sabelli, Anna Canepa e Maurizio Carbone, rispettivamente presidente, vicepresidente e segretario del sindacato delle toghe – sono abitualmente riconosciute, le disposizioni del codice penale e di procedura penale parlano di realta’ di fatto. Ad esempio, nel momento in cui dobbiamo assumere la testimonianza di una persona che e’ convivente di fatto, noi diciamo more uxorio, di un’altra persona, la legge penale s’e’ dovuta fare carico di questa situazione.

Come cittadini, ribadiscono i vertici dell’Associazione magistrati, “vorremmo che la magistratura non fosse piu’ accusata di prendersi un ruolo che non le spetta, ma che e’ appannaggio della politica. Ci stiamo affacciando a una nuova stagione: speriamo sia davvero quella dei diritti e non ancora una volta quella della supplenza di questi diritti che purtroppo devono essere ancora difesi”. (AGI) .

Condividi l'articolo

 



   

Commenti chiusi

Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2018 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -