2 attentati nel Caucaso russo in regioni a maggioranza musulmana

19 ago – Attentati nel Caucaso russo. In Daghestan, due uomini mascherati hanno aperto il fuoco in una moschea sciita. Sul posto è stata anche disinnescata una bomba. L’attacco, che ha provocato otto feriti, è avvenuto durante la preghiera dell’Eid al-Fitr, che segna la fine del Ramadan.

Un kamikaze si è invece fatto saltare in aria in Inguscezia, durante i funerali di un poliziotto. Un potente ordigno – ha riferito all’Interfax un portavoce degli inquirenti – è esploso nel momento in cui gli agenti entravano nell’edificio dove aveva luogo la cerimonia funebre. Morti sei agenti, oltre all’attentatore. Molti i feriti.

Il Daghestan e l’Inguscezia, repubbliche a maggioranza musulmana, sono spesso teatro di violenze, che Mosca attribuisce a militanti intenzionati a stabilire uno stato islamico nel Caucaso russo.



   

 

 

Commenti chiusi

Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2017 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -