Il killer di Tolosa è morto. Feriti tre agenti

Dopo aver trascorso una trentina di ore asserragliato in casa, il presunto killer di Tolosa e Montauban si è buttato dalla finestra durante il blitz della polizia.

Durante l’intenso scontro a fuoco, tre agenti sono rimasti feriti: uno è grave.

Mohammed Merah ha resistito con estrema violenza, ha riferito il ministro dell’Interno Claude Gueànt. L’uomo si era asserragliato nella stanza da bagno e nel momento in cui i poliziotti si sono fatti avanti è uscito e ha opposto resistenza sparando con estrema violenza. Gli agenti hanno tentato di mettersi in sicurezza e hanno risposto al fuoco per difendersi. L’uomo, con un’arma alla mano e continuando a sparare, si è lanciato dalla finestra. E’ stato trovato morto a terra.

Il presidente francese, Nicolas Sarkozy, da mezzogiorno riunito all’Eliseo con il primo ministro e i ministri degli Esteri, della Difesa e della Giustizia, il portavoce del governo e il capo di gabinetto del ministero degli Interni, si è felicitato con l’insieme delle forze dell’ordine: ”In questo istante -si legge in un comunicato stampa dell’Eliseo- pensiamo in modo particolare le persone uccise e ferite dal presunto attentatore”. Sarkozy preannuncia inoltre per l’una un suo intervento, trasmesso in diretta da radio e televisioni.

“La lotta contro il terrorismo non ammette debolezze”, ha affermato il candidato socialista all’Eliseo, Francois Hollande, in un commento dopo la conclusione della vicenda di Tolosa. Hollande ha salutato il “coraggio e la determinazione” degli uomini del Raid e di tutte le forze di sicurezza, ha espresso “solidarietà” ai poliziotti feriti e ha rivolto il “suo pensiero” alle vittime di questa tragedia e alle loro famiglie in lutto.

Da ieri sera Merah ha adottato un atteggiamento di chiusura. “E’ in una logica di rottura, vuole morire armi in pugno”, aveva dichiarato alla radio Guèant.

Il procuratore della Repubblica, Francois Molins, dal canto suo ha fatto sapere che Merah ha detto di essere l’autore della telefonata di rivendicazione degli attacchi di Tolosa e Montauban fatta nella notte di ieri alla redazione di France 24. “Rivendica una chiamata fatta da una cabina telefonica nella quale, durante una conversazione durata dieci minuti con una giornalista, ha rivendicato gli attacchi commessi”, ha spiegato. Il procuratore ha quindi annunciato il ritrovamento di una telecamera in una borsa affidata dal sospetto a una persona di sua conoscenza. Da fonti vicine all’inchiesta citate da ‘Le Parisien’ di parla di una “certezza al 98 per cento” del fatto che Mohammed Merah sia l’uomo che ha parlato circa 11 minuti alla giornalista Ebba Kalondo di France 24. adnkronos



   

 

 

1 Commento per “Il killer di Tolosa è morto. Feriti tre agenti”

  1. Sarkozy è il primo colpevole ! La Francia oltre e fare da culla all’estremismo islamico , è anche scesa in guerra contro uno dei personaggi che lo contrastava e non si è fermata fino all’assassinio di Gheddafi !
    La controprova è che Sarkozy et company non ci pensano neanche ad attaccare la Siria , dove il genocidio del governo contro gli oppositori non si ferma, nè l’Iran, che ha come obbiettivo dichiarato la distruzione di Israele, nè tanto meno interviene in Darkfur , dove si fa scempio dei Cristiani!

Commenti chiusi

Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2017 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -