A.Saudita: donna decapitata con l’accusa di stregoneria, 73 casi nel 2011

Riad, 12 dic. — Una donna saudita e’ stata decapitata oggi dopo essere stata accusata di praticare atti di stregoneria, vietati nel regno conservatore. Lo rende noto il ministero degli Interni di Riad.

Amina bint Abdulhalim Nassar e’ stata giustiziata nella provincia settentrionale di Jawf per aver “praticato stregoneria e magia”, ha detto il ministero in un comunicato rilanciato dall’agenzia di stampa statale Spa.

(Adnkronos/Aki)

Condividi