Morta dopo la terza dose di vaccino, chiesta l’autopsia

dosi di moderna

Santa Maria della Versa (Pavia), 18 gennaio 2022 – Nel pomeriggio del 13 gennaio scorso, all’hub vaccinale di Broni, aveva ricevuto la terza dose anti Covid, ma al mattino dopo, verso le 7,30, è stata trovata, dalla figlia, senza vita nel suo letto. Una morte improvvisa per una donna che avrebbe compiuto 82 anni fra poco più di un mese residente a Santa Maria della Versa e che godeva di buona salute. Al punto che, la figlia, Benedetta, 44 anni, per cercare di capire come la mamma possa essere morta, ha presentato una denuncia ai carabinieri della locale stazione. Lo scrivewww.ilgiorno.it/pavia

C’è una possibile correlazione fra le eventuali conseguenze del vaccino e la morte della donna? Un’inchiesta da parte dell’autorità giudiziaria dovrà far luce sull’accaduto.

Rosa Beltrami, classe 1940, residente a Santa Maria della Versa ed appartenente ad una nota famiglia di viticoltori che gestiscono una rinomata azienda situata nella vicina Valtidone, in provincia di Piacenza, nel pomeriggio di giovedi scorso aveva ricevuto il cosiddetto ‘booster’ (Moderna) nell’hub vaccinale di Broni. “Mia mamma – ricorda commossa la figlia Benedetta – non soffriva di alcuna patalogia e dopo aver ricevuto il vaccino non accusava alcun fastidio”. Tornata a casa, Rosa Beltrami si è soffermata, come suo solito, con i nipotini e dopo cena è andata a dormire. Il dramma è stato scoperto al mattino di venerdi scorso, quando è stata rinvenuta, dalla figlia, ormai priva di vita.

Morta dopo la terza dose di vaccino, chiesta l’autopsia

Per stabilire le cause del decesso, a quel punto, anche il medico di famiglia ha chiesto che venisse effettuata un’autopsia. “Lo scorso mese di giugno è mancato mio padre, lui soffriva di scompenso cardiaco e dopo il vaccino ha iniziato ad avere problemi, è morto un mese dopo”, ha aggiunto la figlia.

Condividi