Siero Covid, 5 mesi di febbre dopo la 1a dose. Non le danno il Green Pass se non fa la 2a

mesi di febbre

Il dibattito su “vaccino sì” o “vaccino no” infiamma da mesi le piazze e le tv con le varie fazioni che voglio far emergere le positività o le negatività di inocularsi il siero anti-Cobid. Da Messina, grazie a Daniele Zuccarello, già consigliere comunale a Palazzo Zanca, arriva la testimonianza di una docente, Alessia D’Arrigo, colpita da gravi effetti collaterali post vaccino Astrazeneca.

Mesi di febbre dopo il “vaccino”

“Sono rimasta mesi allettata – afferma la prof.ssa in un video– con bruciori incredibili, analisi sballate e mal di testa infernali. Ancora, dopo tutto questo periodo, sto male con una febbre che mi accompagna perennemente”. “Ho girato tantissimi medici, i quali, però –sottolinea– non riescono a trovare una soluzione ai miei problemi per poter tornare alla mia vita normale. Tra l’altro non posso tornare a lavorare in quanto sprovvista di green pass e la proposta di inocularmi un altro siero la reputo incredibile dopo tutto quello che sto passando“.

Per l’ultimo la docente fa un appello ai cittadini: “chiedo a tutti di fare attenzione, di non farvi abbindolare dalle cose che vengono dette in tv. Sarebbe utile, inoltre, che tutte le persone che hanno avuto effetti collaterali a causa dei vaccini raccontassero la loro storia ed il loro dramma”, conclude. (http://www.strettoweb.com)

Non le danno il lasciapassare se non fa la seconda dose.

Condividi