Calabria, ragazza di 24 anni muore dopo il vaccino Moderna

ragazza di 24 anni muore dopo il vaccino Moderna

E’ un giorno tragico per la Calabria. In queste ore è stato comunicato di decesso di Alessia Reda, 24enne originaria di Mendicino (Cosenza), presso l’ospedale Annunziata dove era ricoverata. La giovane aveva ricevuto a metà maggio il vaccino Moderna e, dopo pochi giorni, avrebbe iniziato a sentirsi male, fino all’epilogo del decesso, nonostante fosse priva di particolari patologie.

Si cerca la correlazione correlazione tra la morte e il vaccino Moderna

Come scrive il giornale locale www.strettoweb.com, l’Azienda Ospedaliera di Cosenza sta raccogliendo tutte le informazioni necessarie e provvederà poi a segnalare il caso all’Aifa per capire se c’è correlazione tra la morte e il vaccino Moderna. Nel frattempo il Comune di Mendicino ha proclamato il lutto cittadino: “alla luce del dolore profondo che ha colpito la nostra comunità, per la perdita della nostra giovanissima Alessia ho appena deciso di proclamare un lutto cittadino.

Sono ore di grande apprensione in Calabria, visto che nei giorni scorsi era già accaduto un evento simile. E’ infatti ancora in gravi condizioni la donna di 49 anni residente a Verzino, piccolo centro collinare del crotonese, ricoverata in Rianimazione dell’ospedale civile di Crotone. I medici le hanno somministrato il siero di AstraZeneca domenica 30 maggio, circa dieci giorni dopo avrebbe avuto un infarto intestinale a causa di coaguli nel sangue.

Condividi

 

One thought on “Calabria, ragazza di 24 anni muore dopo il vaccino Moderna

  1. Pensate che Speranza, Figliuolo, il Governo, i giornalisti, gl’editori, gli scienziatoidi da cabaret televisivo… abbiano qualche RIMORSO, che si sentano responsabili… ah ah ah… NEANCHE PER SOGNO, NON GLIENE FREGA NULLA DI VOI (popolo), infatti CONTINUANO ad usare (anche) i giovani come CAVIE UMANE senza provare il minimo SENSO DI COLPA. Si divertono alle loro feste private e dormono sonni tranquilli, cullati dagli stipendi d’oro che si prendono alla faccia nostra.

Comments are closed.