Denunciò pressioni di Ranieri Guerra, Oms cercò di spedire Zambon in Bulgaria

Francesco Zambon oms

L’Organizzazione Mondiale della Sanità avrebbe cercato di spostare Francesco Zambon da Venezia, la sede dove lavorava fino alle dimissioni di pochi giorni fa, in Bulgaria. Zambon è il funzionario che nei mesi scorsi ha denunciato pressioni dal direttore aggiunto Ranieri Guerra per far ritirare il rapporto pubblicato sul sito dell’organizzazione e poi sparito nel giro di 24 ore.

Lo scrive il sito tedesco ‘Der Spiegel’ spiegando che dal punto di vista del ricercatore “è stato un chiaro tentativo di metterlo a tacere prima che la vicenda si ingrossasse”. Contattato dall’AGI, Zambon ha confermato la circostanza del tentato trasferimento.

Zambon: Oms risponda sulla mancanza di trasparenza e indipendenza

“Prima che la vicenda si ingrossasse definitivamente – scrive Der Spiegel – l’Organizzazione Mondiale della Sanità – OMS – ha cercato di mettere Zambon in un altro posto, secondo le informazioni di Spiegel, in Bulgaria, un Paese che era praticamente sconosciuto all’esperto sanitario italiano. Dal suo punto di vista, è stato un chiaro tentativo di metterlo a tacere come sospetto informatore e testimone. Nella sua disperazione, Zambon scrisse anche direttamente al capo dell’Oms Tedros e dice di non avere avuto nessuna risposta fino ad oggi”. affaritaliani

Piano pandemico, Zambon rivela minacce ricevute da Ranieri Guerra (Oms)

Condividi