Militare morto dopo il vaccino, indagato Ad di AstraZeneca

Stefano Paternò Militare morto dopo il vaccino

Militare morto dopo il vaccino: c’è anche Lorenzo Wittum, amministratore delegato di AstraZeneca, tra i quattro indagati dalla Procura di Siracusa nell’inchiesta sulla morte del sottufficiale della Marina militare Stefano Paternò, 43 anni, deceduto per arresto cardiaco tre giorni fa a Misterbianco (Catania), poche ore dopo aver ricevuto la prima dose del vaccino anglo-svedese.

Le altre tre persone raggiunte dall’avviso di garanzia, notificato da carabinieri del Nas di Catania, sono un medico e un infermiere dell’ospedale militare dove è stato somministrata la dose, e un medico del 118. L’iscrizione nel registro degli indagati è un atto dovuto prima di eseguire l’autopsia fissata per domani e che dovrebbe dire l’ultima parola su una eventuale correlazione tra il decesso e il vaccino.

A far scattare l’inchiesta è stato l’esposto presentato dalla compagna del militare. Dopo essersi vaccinato, ha raccontato la donna, Paternò è tornato a casa e stava bene. In serata è arrivata la febbre e poi, nella notte, l’infarto. Dai primi accertamenti l’uomo era in buona salute e, in quanto militare, sottoposto regolarmente ad accertamenti medici. messaggero.it

AstraZeneca, virologo Carlo Perno: “Fermarsi e ragionare, situazione drammatica”

Condividi