Covid, sindaco del foggiano valuta vaccino russo per tutto il paese

vaccino russo

Le dosi non arrivano e il sindaco di Rodi Garganico è pronto a vaccinare contro il coronavirus tutto il paese con il vaccino russo Sputnik

E’ pronto a vaccinare contro il coronavirus tutto il paese di cui è sindaco con il vaccino russo Sputnik. L’iniziativa è del sindaco di Rodi Garganico (Foggia) Carmine D’anelli che in un post su Facebook ha scritto: “Ultima ora! Sui vaccini sto’ perdendo la pazienza! O chi di dovere si decide ad intervenire tempestivamente o agirò in autarchia! Lo Sputnik v russo è efficace e disponibile sul mercato (Repubblica di San Marino docet). Non è sottoposto a normativa europea e quindi acquistabile”.

“Tremila dosi le potrei comprare a ‘Gratis’ – aggiunge – utilizzando le indennità di Sindaco che non ho mai percepito! Ancora qualche giorno e poi deciderò. Ora basta!”.
“Ho visto in tv l’arrivo dello Sputnik a San Marino – spiega all’AdnKronos il primo cittadino del paese che conta 3600 anime, eletto in una lista civica nel 2017 – e mi si è accesa la lampadina, sono pronto ad investire quanto mi spetterebbe per compensi e missioni da sindaco, soldi che non ho mai incassato”.

Canali personali per ottenere il vaccino russo

D’Anelli, sindaco dal 2002 al 2012 e poi di nuovo con fascia tricolore dal 2017 fa i conti: “Dovrei avere un credito di 300-400mila euro dall’amministrazione, tra stasera e domani mattina sto vedendo di attivare dei canali personali, per capire cosa posso fare, ci voglio provare”. “Io – sottolinea – ho delle conoscenze da precedenti esperienze di lavoro, di alcuni anni fa, ma non posso dire di più, sto aspettando delle risposte entro domani”.

Il sindaco spiega la sua mossa: “Qui non sappiamo nulla, qui, nel mio paese, dovremmo partire il 7 marzo, con la vaccinazione degli ultraottantenni – ci sarebbero 238 vaccini che dovremmo fare – non sappiamo neanche se poi toccherà agli insegnanti, alle forze dell’ordine”. “Io ero simpatizzante del centrodestra nel passato – ricorda – poi sempre a capo di liste civiche, ora penso solo alla mia gente, senza guardare a destra o a sinistra”.

Intanto sulla pagina Facebook di D’Anelli impazza il dibattito. “Sarebbe fantastico!!!! Carmine, passeresti alla storia”, plaude Anna. Mentre un altro concittadino scrive: “Sindaco come hai gestito la situazione pandemica dall’inizio fino ad oggi deve essere da esempio a tanti politici, grande”. Qualcuno spiega che ci sarebbero “problemi giurisprudenziali”, altri che il vaccino russo non ha il via libera dell’Aifa. Nicola però ci crede: “Se un cittadino italiano compra privatamente un vaccino a San Marino e lo somministra nessuno lo può impedire”.  ADNKRONOS

Condividi