Covid, 240 israeliani infettati alcuni giorni dopo vaccino Pfizer

A oltre duecento cittadini israeliani è stata diagnosticata la malattia giorni dopo aver ricevuto le dosi di Pfizer / BioNTech, secondo quanto scrive il sito Russia Today citando media locali.Il numero di coloro che hanno contratto il Covid-19 nonostante fossero stati vaccinati è di circa 240 persone.

Il vaccino Pfizer / BioNTech, su cui fanno affidamento le autorità sanitarie israeliane, non contiene il coronavirus e non può infettare il ricevente. Ma è necessario del tempo affinché il codice genetico del farmaco alleni il sistema immunitario a riconoscere e attaccare la malattia, scrive il giornale russo.

Il vaccino prodotto negli Stati Uniti richiede due dosi. Secondo gli studi, l’immunità al Covid-19 aumenta solo da otto a dieci giorni dopo la prima iniezione e alla fine raggiunge il 50 percento.

https://www.affaritaliani.it/coronavirus/covid-240-israeliani-infettati-dopo-il-vaccino-pfizer-biontech-714546.html

Condividi