Mes, prof Sinagra: “posso dire che siamo governati da delinquenti?”

di Augusto Sinagra – – Anche se non sono competente in economia, credo di poter dire che vi sono alcuni punti chiari e non contestati:
1. i depositi bancari esistenti presso le banche italiane rappresentano il maggior risparmio privato in Europa.

2. Lo Stato italiano potrebbe disporre delle somme necessarie per il suo funzionamento attraverso la vendita dei suoi titoli di Stato che sono richiestissimi come hanno sempre dimostrato le richieste di acquisto superiori alle disponibilità di titoli posti in vendita.

3. Il Ministero dell’Economia ha disposto la sospensione delle vendite dei titoli di Stato per ragioni se non ignote, assolutamente contrarie all’interesse nazionale.

4. Le risorse provenienti dal “Recovery fund” non arriveranno mai perché occorre l’accordo di tutti gli Stati membri di questo schifo di Unione europea, e già la Polonia e l’Ungheria si sono dichiarate contrarie.

5. La Germania e la Francia sono ben liete del rifiuto di Polonia e Ungheria perché questo costringerà l’Italia a ricorrere al finanziamento del MES, con tutte le conseguenze di strozzinaggio e di trasferimento a questo organismo politicamente irresponsabile, della politica economica dello Stato.

6. Dovendo il prestito poi essere restituito nei modi stringenti ed usurari del MES, questo comporterà la autoritaria utilizzazione del risparmio privato, che sarà oggetto di una vera e propria rapina da parte dello Stato in danno dei cittadini risparmiatori.

7. Non è un caso che si parli di acquisizione di banche italiane da parte di banche tedesche: ancora una volta saranno i risparmiatori italiani a “salvare” le banche tedesche?

8. Pare che il figlio di Bernardo Mattarella abbia avvertito, in sintonia ovviamente con il Conte Tacchia e con quel tale Gualtieri che finge di curare gli interessi nazionali, che se non verranno approvate le modifiche al meccanismo del MES, ci sarà lo scioglimento delle Camere.

Qualcuno pensa che quei quattro pezzenti dei 5Cosi, come anche di altri partiti di maggioranza o di finta opposizione, non correranno ad approvare le modifiche? Metteranno a rischio la loro indennità parlamentare con la quale “campano” e senza la quale tornerebbero al loro sottolavoro se non disoccupazione?

Se la situazione è questa, posso dire che siamo governati da delinquenti?

AUGUSTO SINAGRA

Condividi