Covid, Meluzzi: il problema non è il vaccino in sé, ma quale e a quale rischio

Il prof. Alessandro Meluzzi spiega che ci sono diversi tipi di vaccini contro il Coronavirus ed esprime le sue preoccupazioni, perché metterli tutti sullo stesso piano è sbagliato. La discussione non è quella su “vaccino sì, vaccino no”, ma su quale tipo di vaccino verrà somministrato agli italiani e quali potrebbero essere i rischi.

“Tutti sono nell’attesa del vaccino salvifico, anzi ce ne sono già molti in arrivo. Il più salvifico di tutti è quello annunciato insieme alla storica vittoria di Joe Biden, quello della Pfizer, che è un vaccino a Rna, quindi che deve entrare nel Dna delle cellule, modificarle e trasformarle per rendere la cellula più sensibile agli antigeni virali; poi quello della Moderna; poi c’è il vaccino europeo, quello dell’AstraZeneca che sembrava in pole position, che è un vaccino più tradizionale e con meno effetti genetici perché utilizza un carrier virale. E poi ci sono i vaccini cinesi e quelli russi tradizionali, a normale presentazione di spike proteico. Insomma c’è una pletora di vaccini, ma in realtà alcuni sono più vaccini degli altri e metterli tutti sullo stesso piano è sbagliato.

I vaccini che producono cambiamenti genetici definitivi hanno, io credo, il più alto tasso di rischiosità e sono molto preoccupato quando vedo il ministro della sanità Speranza, ‘nomina sunt consequentia rerum‘ al contrario, che annuncia che lo Stato saprà essere molto convincente, anche senza obbligo, per convincere gli italiani a ricevere il vaccino che, pare, dovrà essere quello che viene dal mondo Dem di Biden e che gli italiani dovranno solluccherarsi col Dna o senza Dna.

E’ chiaro che tutto questo apre una discussione non su vaccino sì o vaccino no, che è una discussione arretrata, ma su che tipo di vaccino e con che tipi di tecnologia e con che tipo di rischio e con che tipo di modificazione genetica che peraltro, fino ad ora, è vietata dalle leggi europee ma, come ben si sa, sotto la pressione della pscico-polizia farma-industriale e dei suoi immensi profitti e poteri alla Bill Gates, le leggi possono essere cambiate in un attimo.

Da “Fatti e disfatti”, per oggi è tutto. Buona giornata.

Alessandro Meluzzi – Medico Psichiatra, Psicologo, Psicoterapeuta, Criminologo. Docente Psichiatra forense. Primate Metropolita Chiesa Ortodossa Italiana

Condividi