Docente decapitato, Erdogan contro Macron: fastidio per crescita dell’Islam

Dopo la decapitazione del docente francese, Emmanuel Macron non utilizza mezzi termini e si pone sulla linea dura: “Gli islamisti non dormiranno sonni tranquilli in Francia. La paura passerà sul fronte opposto” queste le sue parole durante un vertice all’Eliseo con i principali ministri e il procuratore antiterrorismo Jean-François Ricard.

La reazione del presidente turco, Recep Tayyip Erdogan, nei confronti del collega francese arriva subito: “La retorica anti Islam è solo un mezzo per coprire i fallimenti in politica. Il vero obiettivo di queste iniziative, lanciate dal presidente Macron, è di saldare il conto con i musulmani, facendoli apparire codardi, inconcludenti e privi di iniziativa”. Dopo le frizioni in Libia negli scorsi mesi e nel Mediterraneo orientale la scorsa estate, a Erdogan in particolare non è piaciuta l’affermazione di Macron che ha parlato di “Islam francese”.

“Coloro che provano fastidio per la crescita dell’Islam non fanno altro che parlare di una crisi causata da loro stessi. Islam francese, europeo e austriaco sono solo gli ultimi esempi di un linguaggio utilizzato per coprire le proprie incapacità”, ha detto Erdogan in videoconferenza, in occasione del meeting della organizzazione per la cooperazione tra Paesi islamici (OIC).” affaritalini.it

Condividi