Istituto Previdenza e Assistenza Roma, FdI: consulenze a soci ex subcommissario

“Sono tre anni che stiamo attenzionando la situazione dell’Istituto di Previdenza ed Assistenza capitolino denunciando continuamente tante illegittimità che purtroppo hanno raggiunto l’apice della spregiudicatezza con l’affidamento, da parte del commissario straordinario Serini, di numerose consulenze ai professionisti Pasquale Schiavo e Giuseppe Guerra, soci amministratori al 33,3% ciascuno insieme al subcommissario Vincenzo Piscitelli nella SGP srl di Caserta mentre quest’ultimo svolgeva la funzione pubblica per il Campidoglio.

Oltre ad una dettagliata interrogazione e ad uno specifico accesso agli atti rivolto alla Raggi ed alle più alte cariche del Campidoglio, abbiamo presentato un esposto alla Procura della Repubblica, alla Corte dei Conti e all’Anac per verificare anche eventuali ipotesi di reato oltre ai palesi conflitti di interesse. Abbiamo anche chiesto i verbali del Gruppo di Lavoro Roma Capitale / IPA nonché i verbali e tutta l’attività del precedente Collegio dei Revisori di Ipa che, come scritto nella relazione al bilancio 2018, sono stati trasmessi alle autorità di palazzo Senatorio ed alla Raggi la quale, pur richiesta di un incontro al fine di essere meglio informata in dettaglio sulle gravi carenze amministrative, organizzative e di controllo, non avrebbe mai ricevuto i suddetti professionisti.

Ed è molta sospetta la circostanza, su cui chi di dovere dovrà indagare in modo certosino, delle motivazioni della rimozione del Collegio dei Revisori per “scadenza naturale” anche se la relativa ordinanza di nomina prevedeva espressamente che sarebbe “rimasto in carica sino alla scadenza del mandato commissariale” che peraltro vede il buon Serini ancora saldamente in sella ma che, insieme alla Raggi ed a tante altre persone, dovrà spiegare moltissime cose non soltanto ai dipendenti capitolini ed ai romani che sono sempre più disorientati da questo spavaldo atteggiamento dei manager nominati dalla Raggi e dai 5 Stelle”.

Lo dichiarano gli esponenti di Fratelli d’Italia Francesco Figliomeni, vice presidente dell’Assemblea Capitolina e Andrea De Priamo capogruppo in Campidoglio.

Condividi