Messico: anarchici e femministe vandalizzano Cattedrale di Xalapa

La Cattedrale di Xalapa, nello stato messicano di Veracruz, e il Tempio del Sacro Cuore di Gesù, noto come Beaterio, sono stati imbrattati con atti di vandalismo durante una marcia organizzata contro la repressione della polizia dell’8 giugno. Circa 50 anarchici, inclusi membri di gruppi di femministe radicali, hanno causato danni a vari edifici pubblici e privati ​​nel centro di Xalapa.
Tra le iscrizioni lasciate dai vandali nei luoghi di culto vi sono “pedofili”, “stato oppressivo”, “stupratori” e “guerra contro lo stato”.

In Messico, la scorsa settimana, ci sono state manifestazioni contro la violenza della polizia, a seguito della medesima iniziativa degli Stati Uniti. Tuttavia, in questo paese, le manifestazioni sono diventate un pretesto per perpetrare devastazioni e atti di violenza gratuita contro le istituzioni. Secondo la stampa locale, a Xalapa, 5 chiese sono state vandalizzate dal 1 ° giugno.

H. Exc. L’arcivescovo Jesús Carlos Cabrero ha affermato che questo fenomeno sociale deriva dall’effetto domino iniziato negli Stati Uniti dopo la morte di un afroamericano nelle mani della polizia. In Messico, diversi stati si stanno unendo alle proteste. “Questo è stato il caso di Guadalajara e ora è successo a noi. Ciò che dobbiamo dire è che bisogna essere in costante contatto con i movimenti. Un dialogo su valori e rispetto può essere raggiunto concordando, non solo colpendo “, ha concluso. (Agence Fides 09/06/2020)

Condividi